Il presidente dell'Inps dice chiaramente che la scomparsa della misura farà danni "dinamici"

Il presidente Inps Pasquale Tridico
Il presidente Inps Pasquale Tridico

In una intervista al Fatto Quotidiano Pasquale Tridico lo ha detto con molta chiarezza, laciando intendere un concetto che suona più o meno così: “Ma quali divani, senza Reddito di Cittadinanza c’è solo la Caritas”. Il presidente dell’Inps dice chiaramente che la scomparsa della misura farà danni “dinamici”.

Senza Reddito di Cittadinanza c’è solo la Caritas”

E spiega: “Da aprile 2019 a oggi hanno ricevuto il pagamento di almeno una mensilità 2,24 milioni di nuclei familiari per un totale di oltre 5 milioni di persone, con un importo medio Rdc-Pdc (reddito e pensione di cittadinanza) attualmente di circa 550 euro per nucleo e una spesa totale di circa 8 miliardi l’anno”. E poi: “Circa il 20% dei percettori già lavorava, con guadagni minimi, fin dall’inizio della misura e non ha smesso di farlo, anzi ha aumentato la propria offerta sul mercato, come abbiamo rilevato nell’ultimo rapporto annuale Inps. Un dato sufficiente a rilevare che il reddito non incentiva a stare sul divano“.

Un programma con “mobilità molto sostenuta”

I dati che enuncia Tridico in ordine alla misura del M5s che il governo Meloni si appresta a resettare proseguono: “I dati mostrano che il programma del Rdc non è statico, anzi ha una mobilità molto sostenuta, con un tasso di sostituzione di circa il 50%: dall’inizio sono ‘entrate’ 5 milioni di persone e ne sono ‘uscite’ la metà. Le ‘permanenze’ sono soprattutto di chi ha maggiore distanza dal mercato del lavoro: minori, anziani, disabili e soggetti che non presentano rapporti di lavoro negli ultimi anni o che non ne hanno mai avuti“.