Il presidente di Tokyo 2020 si dimette per frasi sessiste

·1 minuto per la lettura
Il presidente di Tokyo 2020 si dimette per frasi sessiste
Il presidente di Tokyo 2020 si dimette per frasi sessiste

Roma, 12 feb. (askanews) – Il presidente del comitato olimpico giapponese , Yoshiro Mori, ha annunciato le dimissioni dopo alcune sue dichiarazioni giudicate sessiste. La scorsa settimana, infatti, aveva scatenato l’indignazione nazionale e internazionale quando, alla presenza di funzionari, stelle dello sport e sponsor olimpici, davanti alla proposta di allargare l’assemblea a più donne, aveva sollevato perplessità affermando che parlano troppo soprattutto nelle riunioni.

“Vorrei esprimere le mie scuse sincere”, ha detto a una riunione del Consiglio direttivo di Tokyo 2020, “desidero dimettermi da presidente… l’importante è tenere le Olimpiadi a luglio. Non voglio che la mia presenza diventi un ostacolo a questo”.

Ancora non è noto chi prenderà il suo posto. Lui aveva suggerito un noto amministratore sportivo, Saburo Kawabuchi, 84 anni, ma in molti si sono opposti a un altro ottantenne alla guida del comitato. Il momentaneo vuoto di leadership, in ogni caso, si aggiunge ai guai degli organizzatori che devono conquistare un pubblico ancora molto scettico sull’avvio dei Giochi in meno di sei mesi, con il virus ancora presente.