Il presidente russo sottolinea l’inutilità delle sanzioni e guarda alla Cina come al nuovo partner

Vladimir Putin
Vladimir Putin

Il doppio attacco di Vladimir Putin a Ue Usa è netto e in sintesi dice: “Avete fallito”. Nel suo atteso discorso al al forum economico di San Pietroburgo il presidente russo fa una sorta di “marameo” beffardo all’occidente che voleva piegarlo, sottolinea l’inutilità delle sanzioni e guarda alla Cina come al nuovo partner.

L’attacco di Putin a Ue ed Usa

Ha detto Putin: “Gli Usa pensano di essere l’unico centro del mondo e l’Occidente mina intenzionalmente le fondamenta internazionali in nome delle loro illusioni geopolitiche“. Poi Putin cala il discrimine: “L’era dell’ordine mondiale unipolare è finita, nonostante tutti i tentativi di conservarlo con qualsiasi mezzo”. E le sanzioni? Quelle secondo il leader del Cremlino “sono folli e sconsiderate, il loro scopo è schiacciare l’economia della Federazione russa ma non non hanno funzionato”.

L’Europa e cosa vi accadrà secondo Putin

Poi Putin parla dell’Europa e della sua attuale situazione che “porterà a un’ondata di radicalismo e in prospettiva ad un cambiamento di élite“. Il nuovo partner è la Cina e Putin considera il presidente cinese Xi Jinping come “un amico in tutti i sensi”. Lo ha detto spiegando e mettendo casella su un nuovo asse economico planetario che l’interscambio tra Russia e Cina toccherà “quest’anno livelli record”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli