Il presidente turco lo ha detto nel corso di una intervista alla tv statunitense Pbs

Recep Erdogan
Recep Erdogan

L’impressione di Recep Erdogan è netta e deriva da un colloquio recente con il capo del Cremlino: “In Ucraina Putin vuole concludere la guerra il prima possibile”. Il presidente turco, impegnato ad accreditarsi come diplomatico principale nel conflitto Mosca-Kiev, lo ha detto nel corso di una intervista alla tv statunitense Pbs. E se per certi evrsi Erdogan è di fatto fonte primaria sulle novità della guerra è anche vero che le novità attuali non paiono molto “pacifiste”.

“Putin vuole concludere la guerra subito”

Ad ogni modo a Pbs Erdogan ha detto: “In Uzbekistan ho incontrato il presidente Vladimir Putin e abbiamo avuto discussioni molto approfondite. Mi sta dimostrando che è disposto a porre fine a questa situazione il prima possibile”. Poi il leader di Ankara ha precisato: “Questa è stata la mia impressione, perché il modo in cui stanno andando le cose ora è piuttosto problematico: duecento ostaggi saranno scambiati in seguito a un accordo tra le parti. Penso che si farà un passo avanti significativo”.

Peskov: “Non ci sono soluzioni diplomatiche”

Quello a cui forse alludeva Recep Tayyip Erdogan era una scelta di Putin di chiudere il conflitto con una escalation, ma l’obiettivo del presidente turco è “porre fine a questa battaglia con la pace”. E in chiosa: “Se in Ucraina si stabilirà una pace, ovviamente la restituzione delle terre che sono state invase diventerà molto importante. Putin ha fatto alcuni passi, noi abbiamo fatto alcuni passi. Le terre invase saranno restituite all’Ucraina”. Intanto però dal Cremlino non arrivano buoni segnali, almeno secondo quanto detto ad Interfax dal portavoce di Putin, Dmitry Peskov: “Al momento prospettive di una soluzione politica e diplomatica non sono visibili”.