Il presidente uscente è andato a giocare a golf

·2 minuto per la lettura
donald trump
donald trump

Le ultime ore di Donald Trump sono state un incubo. Il candidato repubblicano, infatti, ha perso le elezioni. Il quaranteseiesimo presidente degli Stati Uniti sarà Joe Biden, il quale si è aggiudicato oltre 300 dei “grandi elettori” (soglia prevista per la vittoria). Il presidente uscente non ha certamente preso bene la sconfitta. Sta infatti in tutti i modi cercando di far sì che i voti vengano nuovamente contati, ma ad oggi non c’è alcun dubbio su chi sarà il capo degli Usa a partire da gennaio.

In molti, intanto, si stanno chiedendo quale sia stata la reazione Donald Trump al momento dell’annuncio della sua sconfitta. Il racconto delle ultime ore da presidente alla Casa Bianca del tycoon è abbastanza bizzarro.

Le ultime ore di Trump da presidente

Donald Trump non ha voluto seguire in diretta la sua sconfitta. Poco prima dell’ultimo spoglio, infatti, ha lasciato la Casa Bianca per recarsi nel suo golf club in Virginia. Alcuni scatti dei paparazzi appostati all’esterno del quartier generale americano lo ritraggono in scarpette da golf, giacca a vento e un cappellino bianco. A scortarlo un corteo di automobili.

La beffa, tuttavia, è che sia all’esterno della Casa Bianca che all’esterno del golf club in Virginia erano presenti diverse persone con striscioni a favore del candidato democratico, nonché quarantaseiesimo presidente degli Stati Uniti, Joe Biden.

La polemica di Trump

Donald Trump, intanto, a seguito della notizia della sua quasi ufficiale sconfitta, ha annunciato che non accetterà l’esito delle elezioni. “Biden corre a dichiarare falsamente la vittoria ma le elezioni non sono ancora finite”, ha dichiarato in una nota. “A partire da lunedì, inizieremo a perseguire il nostro caso in tribunale per garantire che le leggi elettorali siano pienamente rispettate e che il legittimo vincitore sia riconosciuto. Non mi fermerò finché il popolo americano non avrà il numero di voti onesti che merita e che la democrazia richiede“.