Il primo giorno di Biden alla Casa Bianca: subito al lavoro per cancellare Trump

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 21 gen. (askanews) - Nelle prime 24 ore dalla sua investitura come presidente degli Stati Uniti Joe Biden si è dedicato a una serie di decisioni che definiscono parte delle priorità della sua amministrazione, sottolineando con i tempi-lampo l'urgenza di cancellare alcune decisioni e linee tracciate da Donald Trump.

Le principali preoccupazioni del primo giorno da presidente sono state quelle legate alla pandemia: per questo Biden ha chiesto agli americani di coprire naso e bocca per 100 giorni e ha firmato per primo l'ordine esecutivo per l'obbligo di mascherina in tutti i luoghi pubblici federali. Ne ha firmati in tutto 17 nel suo primo giorno.

Nella sua prima apparizione dallo Studio Ovale, dopo la cerimonia blindata di inaugurazione, tra vip, fashion icon e illustri predecessori, Biden ha dichiarato che la sua azione amministrativa è "soltanto all'inizio". "Ritengo che alcune delle cose che stiamo facendo saranno vitali" per il futuro degli Stati Uniti.

Sul fronte dell'immigrazione tra i primi atti di Biden la revoca del bando per l'ingresso dei cittadini di alcuni Paesi a maggioranza musulmana. E l'indicazione al Dipartimento per la sicurezza interna di proseguire la politica dell'era Obama di proteggere i "dreamer" dalla deportazione e ha messo fine all'emergenza nazionale al confine con il Messico e al progetto del muro, pezzo forte della politica trumpiana.

Il 27 e il 28 gennaio, scrive il Washington Post, sono attese nuove ordinanze sul cambiamento climatico, la salute e il 29 gennaio sull'immigrazione. L'1 febbraio sugli affari interni e sulla sicurezza nazionale. Tra le misure in arrivo anche la revoca del bando per i transgender nel servizio militare.