Il principe Carlo ai delegati di CoP26 a Glasgow: "Sul clima è guerra"

·1 minuto per la lettura
Charles, Prince of Wales, known as the Duke of Rothesay when in Scotland, is seen after unveiling a knitted art installation during a visit to Dumfries House in Cumnock, Ayrshire, Scotland, Britain, September 9, 2021. Andrew Milligan/PA Wire/Pool via REUTERS (Photo: POOL New via Reuters)
Charles, Prince of Wales, known as the Duke of Rothesay when in Scotland, is seen after unveiling a knitted art installation during a visit to Dumfries House in Cumnock, Ayrshire, Scotland, Britain, September 9, 2021. Andrew Milligan/PA Wire/Pool via REUTERS (Photo: POOL New via Reuters)

Il mondo deve mettersi in una disposizione di spirito bellica, da ultima spiaggia, di fronte alla sfida dei cambiamenti climatici che incombono sul pianeta.
Lo afferma il principe Carlo, erede al trono britannico, nel suo discorso alla CoP26, la conferenza Onu sul clima che entra oggi nel vivo a Glasgow, il cui testo è stato anticipato ai media.

GUARDA ANCHE IL VIDEO: La COP26 fuori e dentro il Palazzo: governi e attivisti mobilitati per il clima

“Dobbiamo metterci sul piede di guerra”, le parole del principe, ambientalista storico chiamato già ieri a salire in cattedra a Roma dinanzi ai leader del G20 e oggi presente a Glasgow veste di co-reggente di fatto, in assenza della 95enne regina Elisabetta, tenuta a riposo dai medici.

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Cop26, Greta Thumberg a Glasgow per la conferenza sul clima

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli