Il principe Carlo parla dopo la guarigione: "Esperienza strana, frustrante e angosciante"

(Photo: Twitter)

Guarito e non più infettivo, almeno secondo i medici britannici, il principe Carlo - reduce da una settimana d’isolamento nella tenuta scozzese di Balmoral dopo essere risultato positivo al coronavirus - è riapparso oggi in pubblico per rivolgere un messaggio alla gente del Regno e in primis agli anziani, più vulnerabili alla minaccia del Covid-19.

Nel video, diffuso da Clarence House, il 71enne erede al trono britannico, da tempo co-reggente di fatto della dinastia al fianco della regina Elisabetta, 94 anni da compiere, ha augurato “tempi migliori” ai sudditi e ha evocato la sua “esperienza strana, frustrante, a tratti angosciante” di paziente contagiato e costretto alla quarantena. “In quanto patrono di Age UK e assieme a mia moglie (Camilla), patrona di SilverLine (due associazioni d’assistenza alla terza età, ndr), posso dire che i nostri cuori sono con tutte le persone anziane del Paese che in questo tempo affrontano difficoltà”, ha detto, oltre che “con tutti coloro che hanno perduto persone care o devono sopportare la malattia, l’isolamento, la solitudine in circostanze dure e abnormi”.

Il principe di Galles ha peraltro elogiato lo spirito di unità e di solidarietà mostrato “in tutte le comunità di questa nostra terra da individui e gruppi di volontari meravigliosi”; non senza esaltare “l’eroismo” di medici e infermieri che stanno combattendo, “sotto enormi pressioni”, una “straordinaria battaglia” negli ospedali dell’Nhs, il sistema sanitario nazionale.

Love HuffPost? Become a founding member of HuffPost Plus today.

This article originally appeared on HuffPost.