Il principe Harry e la sua verità: lascio, ma sono molto triste

Il principe Harry e la sua verità: lascio, ma sono molto triste

Londra, 20 gen. (askanews) – La decisione di fare un passo indietro rispetto al suo ruolo nella monarchia britannica gli ha provocato “grande tristezza”, malgrado non avesse “altra scelta”. A una cena di beneficenza a Londra, il pricipe Harry parla con toni molto intimi della scelta di rinunciare al titolo reale, parla della sua “verità”, dopo giorni che la stampa mondiale si è occupata dell’argomento. Stralci del discorso che sono finiti sull’account Instagram dei duchi di Sussex:

“Quindi voglio che ascoltiate la mia verità, per quanto posso condividerla. Non in quanto principe o duca, ma in quanto Harry, la stessa persona che molti di voi hanno visto crescere negli ultimi 35 anni, ma ora con una prospettiva più chiara”.

“Il Regno Unito è la mia casa e il posto che amo. Questo non cambierà mai. Sono cresciuto sentendomi sostenuto da molti di voi, avete accolto Meghan a braccia aperte, quando avete visto che avevo trovato l’amore e la felicità che avevo sperato per la mia vita. Alla fine, il secondogenito di Diana si è sposato… Urrah! (00.59 risate)

“Quando io e Meghan ci siamo sposati, eravamo entusiasti, pieni di speranza ed eravamo qui per servire. Per queste ragioni, sono molto triste di essere arrivato a questo punto”.

Harry ha ricordato di essere nato in questa vita e di ritenere un grande onore servire il paese e la Regina e poi ha ricordato la madre e il potere dei media:

“Quando ho perso mia madre 23 anni fa, mi avete preso sotto la vostra ala protettiva. Vi siete presi cura di me per molto tempo, ma i media hanno un grande potere, spero che un giorno, il nostro sostegno collettivo l’uno per l’altro possa essere più potente, perché è più grande di noi da soli”.

Ricordando il grande rispetto per la nonna, la Regina Elisabetta, e ringraziandola per il sostegno dato a lui e Meghan in questi ultimi mesi, ha concluso: “Facciamo un atto di fede, quindi vi ringrazio per avermi dato il coraggio di fare questo passo”.