Il principe William chiese al Conte Spencer di fermare il matrimonio tra Harry e Meghan

Livia Paccarié
·5 minuto per la lettura
LONDON, ENGLAND - MARCH 09: Prince William, Duke of Cambridge, Catherine, Duchess of Cambridge, Prince Harry, Duke of Sussex and Meghan, Duchess of Sussex attend the Commonwealth Day Service 2020 on March 9, 2020 in London, England. (Photo by Phil Harris - WPA Pool/Getty Images) (Photo: WPA Pool via Getty Images)
LONDON, ENGLAND - MARCH 09: Prince William, Duke of Cambridge, Catherine, Duchess of Cambridge, Prince Harry, Duke of Sussex and Meghan, Duchess of Sussex attend the Commonwealth Day Service 2020 on March 9, 2020 in London, England. (Photo by Phil Harris - WPA Pool/Getty Images) (Photo: WPA Pool via Getty Images)

Meghan Markle, la star della serie televisiva americana “Suit”, è entrata nella vita del principe Harry all’inizio del luglio 2016. Già Harry riusciva a percepire in Meghan le stranezze e le originalità che la rendevano un personaggio molto simile alla principessa Diana, non era una conformista e combatteva le sue battaglie con delle qualità “anti-reali”.

In quella prima estate e poi in autunno, nel 2016, Harry presentò la sua ragazza a suo padre e a sua nonna, che approvarono il loro fidanzamento. Meghan e Kate si trovarono sin dall’inizio, erano entrambe troppo astute per scegliere di inimicarsi la potenziale cognata. Ma il conflitto era quello tra i due maschi, tra William e Harry, che si conoscevano da sempre e che non avevano mai nascosto di non andare d’accordo.

Da parte sua, William era preoccupato che il fratello andasse troppo veloce nel suo corteggiamento e non si trattenne dal dirlo quando Harry iniziò a parlare di matrimonio. William non riusciva a capire come Harry potesse pensare di sposare questa ragazza ancora sconosciuta, a meno di due anni dal loro primo incontro. Andava contro ogni suo istinto, e anche contro il suo personale percorso con Kate. William aveva impiegato quasi un decennio per essere sicuro della sua compagna di vita, perché allora suo fratello minore non rilfetteva almeno per un anno?

Ma Harry non poteva fare a meno di chiedersi se Wills fosse davvero preoccupato per la sua felicità o se stesse, ancora una volta e come al solito, pensando alla fortuna della “Ditta” di cui un giorno sarebbe diventato il capo.

La risposta di Harry fu quindi un brusco e offeso respingimento dei consigli del fratello, al punto che quest’ultimo decise di rivolgersi a suo zio, il conte Charles Spencer, fratello di Lady Di, per un aiuto.

Di tanto in tanto il fratello minore di Diana aveva fatto da padrino onorario ad entrambi i ragazzi negli anni successivi alla morte della madre, ed era d’accordo con William sul matrimonio di Harry: troppa fretta.

Il risultato dell’intervento di Spencer fu un’esplosione ancora più amara. Ancora una volta Harry si rifiutò di allentare la presa con la sua futura moglie. Non incolpava lo zio ma era furioso con il fratello maggiore per aver trascinato altri membri della famiglia nei suoi intenti di rallentamento del matrimonio.

E così la frattura tra i due fratelli iniziava a consolidarsi, nonostante i due si mostrassero in atteggiamenti pacifici quando era necessaria una pubblica dimostrazione di unità. Ma quella rabbia e quella sfiducia, quella distanza, durano ancora.

Nella loro disarmonia, William e Harry riuscivano a vedere delle soluzioni per vivere in modo pacifico, tanto per cominciare avrebbero dovuto separare il più possibile le loro case avrebbero poi dovuto dividere anche gli uffici che erano in condivisione a Kensington dal 2012.

Harry chiedeva di creare un proprio ufficio e una mini corte a Frogmore, ma questo era troppo sia per la Regina sia per il Principe Carlo, che avrebbero dovuto finanziare il nuovo accordo.

Dunque a Harry e Meghan fu detto che avrebbero dovuto ospitare il loro personale negli uffici di Buckingham Palace, sotto la supervisione del segretario privato della Regina Sir Edward Young.

Ma la separazione più triste venne dalla decisione dei due fratelli di dividere la Royal Foundation, la fiorente impresa di beneficenza che avevano creato dieci anni prima. Raccogliendo e pagando da 7 a 8 milioni di sterline all’anno per circa 26 enti, la Royal Foundation sembrava incarnare sia l’eredità di Diana che l’armonia dei suoi figli nel perpetuare il suo nome. Quando William, Kate, Harry e Meghan sono apparsi sul palco per la prima volta insieme per lanciare il loro Royal Foundation Forum, alla fine di febbraio 2018, erano stati acclamati come i ‘Fab Four’ i fantastici quattro.

Il 20 giugno 2019, non molto tempo dopo la nascita di Archie, fu annunciato che il patrimonio della Royal Foundation sarebbe stato diviso. William e Kate avrebbero rilevato l’organizzazione esistente, mentre Harry e Meghan avrebbero fondato un’organizzazione di beneficenza a loro volta, la “Sussex Royal - The Foundation Of The Duke And Duchess Of Sussex”.

Il lavoro della Sussex Royal è stato accolto da una severa disapprovazione da parte della stampa britannica. Il “risveglio” di Meghan era “divisorio”, scriveva Melanie Phillips in testa al Times, “La sua segnalazione di virtù è tutta una questione di vanto”. La nuova Duchessa non capiva che “il suo nuovo status reale” precludeva “le dichiarazioni politiche”. “Non ha ancora capito che il ruolo della monarchia è quello di unire il Paese”. Il Sun riprendeva lo stesso tema: “I nostri reali devono tenere nascoste le loro opinioni politiche”.

Un formidabile coro di disapprovazione. E quel sentimento stava iniziando a essere condiviso tra i Windsor stessi, il principe William era particolarmente disturbato. Denaro, potere e sopravvivenza. Si trattava di questioni reali di base, ed erano troppo importanti per essere minacciate dalle polemiche della stampa.

Come per le argomentazioni del 2016/17 sui tentativi di William di far “rallentare” Harry, i dettagli della resa dei conti sulla Sussex Royal non sono noti.

Ma un’altra “esplosione” di Harry va ricordata. Improvvisamente Harry, Meghan e Archie non si sono più uniti a William, Kate e gli altri membri della famiglia reale per le loro vacanze estive annuali con la nonna a Balmoral. La scusa ufficiale, trasmessa direttamente dal palazzo, era che a tre mesi Archie era ancora troppo piccolo per viaggiare in aereo. Ma questo non ha impedito che i Sussex nel’estate 2019 riuscissero ad andare a Minorca per una settimana, per poi portare Archie con loro per qualche giorno nel sud della Francia con Elton John e il suo compagno David Furnish.

“La Costa Azzurra con Elton John, ma non Balmoral con la nonna?”, ha chiesto a Elisabetta II un ex funzionario. “Sembra che stiano confondendo le loro regine”.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.