Il progetto di riqualificazione dell’ex Manifattura Tabacchi di Milano

casa di riposo milano

Da diversi anni la struttura dell’ex Manifattura Tabacchi di Milano non riceve manutenzione ed è stata completate abbandonata. Tuttavia sembra che la Health Invest abbia presentato un piano di sviluppo proprio per questa struttura. Il progetto per l’ex Manifattura Tabacchi di Milano prevede la realizzazione di una casa di riposo di ultima generazione nel giro di poco tempo.

Il progetto per l’ex Manifattura Tabacchi

Il programma presentato dalla Health Invest prevede un investimento di 20 milioni di euro per il cantiere edilizio. La nuova struttura rispetterà lo stile architettonico dell’originale ex Manifattura Tabacchi ma al suo interno ospiterà una casa di riposo per anziani all’avanguardia. Verrà costruita tra viale Fulvio Testi e via Esperia, nei pressi della fermata Bicocca della linea della metro lilla.

La nuova casa di riposo avrà una superficie complessiva di 8.500 mq. Gli edifici saranno due: il primo è destinato alla realizzazione di una rsa da 120 posti letto, principalmente stanze singole, mentre il secondo costituirà una struttura residenziale con 28 appartamenti protetti per anziani autosufficienti o semi-autosufficienti.

Le nuove opportunità di lavoro

L’apertura della struttura creerà nuove e interessati opportunità lavorative sul territorio milanese. Roberto Tribuno, amministratore unico di Health Invest, ha dichiarato:”Siamo certi che la realizzazione di queste due rsa avrà un impatto socio-economico positivo sul territorio. Prevediamo l’assunzione diretta e indiretta di circa 80-90 persone per ciascuna struttura tra personale sanitario, amministrativo, tecnico e dedicato alla manutenzione degli edifici. Inoltre, il conseguente indotto derivante dalla gestione, in termini di acquisti di beni e servizi sul territorio, porterà a una ricaduta concreta sulle attività economiche e commerciali delle due zone dove sorgeranno“.

Si parla dunque di più di un centinaio di nuove assunzioni che riguarderanno non solo gli specialisti ma anche i giovani. L’inizio dei lavori del cantiere è previsto nei primi mesi del 2020 mentre la struttura sarà ultimata alla fine del 2021, per poi aprire al pubblico nell’inverno/primavera 2022.