Il Progetto “Egida”, sinergia fra pazienti e società scientifiche

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 18 lug. (askanews) - Promuovere la stesura di buone pratiche in grado di favorire la creazione di una partnership fruttuosa e sinergica tra associazioni di pazienti e società scientifiche. E' uno degli obiettivi di "Egida", il progetto nato da un'idea della funzione di Medicine, Patient Advocacy Relations di Boehringer Ingelheim Italia che ha visto come protagonisti, riuniti attorno allo stesso tavolo, i rappresentanti di 15 associazioni di pazienti e 9 società scientifiche.

Questi ultimi si sono confrontati in tre tavoli di lavoro su alcune tematiche centrali per lo sviluppo e l'organizzazione di un sistema sanitario a misura di pazienti e caregiver, quali: la costruzione di un'alleanza concreta tra clinici e pazienti, la promozione di attività sistematiche e periodiche di formazione reciproca, l'affermazione di una visione onnicomprensiva del concetto di patologia che metta al centro l'esperienza diretta vissuta dalla persona interessata e l'importanza per le associazioni di pazienti di poter disporre di spazi dedicati all'interno dei reparti ospedalieri e delle future case di comunità, strutture previste dalla missione 6 del PNRR nel processo di riorganizzazione del sistema sanitario.

Il summit - al quale tra gli altri hanno partecipato Monica Iurlaro, Medical Director di Boehringer Ingelheim Italia, e il professor Giorgio Fiorentini, docente in Management delle Imprese Sociali presso l'Università Bocconi - si è concluso ponendosi l'obiettivo di realizzare, entro il 2022, il "Manifesto EGIDA", uno strumento scientifico-operativo che possa accompagnare a livello regionale e nazionale i percorsi integrati di collaborazione nell'interesse esclusivo dei pazienti.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli