Il Programma saudita per la ricostruzione e lo sviluppo dello Yemen lancia la campagna la "Meravigliosa Aden"

webinfo@adnkronos.com

L'iniziativa della durata di 3 mesi comprende pulizie, rimboschimento e recupero delle strade 

ADEN, Yemen, 23 marzo 2020 /PRNewswire/ -- Nella capitale temporanea Aden, lo SDRPY (Programma saudita per la ricostruzione e lo sviluppo dello Yemen) ha lanciato una campagna per la pulizia, abbellimento e sanificazione ambientale, usando macchinari pesanti donati dal programma, per raccogliere e rimuove i circa 9.000 metri cubi di rifiuti accumulati nelle strade e nelle aree pubbliche. Questa campagna durerà tre mesi e comprenderà anche la messa a dimora di nuova vegetazione, la cancellazione dei graffiti e la riparazione dell'illuminazione stradale in tutta la città. 

La campagna igienica e di sanificazione ambientale mira a migliorare il carattere urbano e a ridurre i rischi per la salute derivanti dall'inquinamento e visivo. Contribuirà inoltre e migliorare il livello delle prestazioni del Cleaning and Improvement Fund in Aden (CIFA - Fondo per la pulizia e il miglioramento ad Aden), che offre servizi più avanzati e di qualità superiore ai cittadini dello Yemen. Lavorando in collaborazione con il CIFA, il programma si occuperà di trattare 10 quartieri in 8 distretti: Sceicco di Othman, Mansoura (Abdel Aziz e Cairo), Dar Saad, Buraiqeh (Inma e Al Shaab), Khormaksar, Al Mualla, Tawahi e il Crater District. 

La campagna è stata lanciata alla presenza del governatore di Aden, Ahmed Salem Rabeea, e del responsabile della delegazione dello SDRPY, ing. Mohammed bin Abdullah Al Hadi. Nel corso dell'inaugurazione, è stato firmato un accordo di cooperazione congiunta tra lo SDRPY e il CIFA per contribuire a migliorare e sviluppare Aden. 

Il Governatore Rabeea ha affermato che il sostegno dello SDRPY è costante e senza limitazione, aggiungendo inoltre che la campagna contribuirà a contenere la diffusione di epidemie e malattie. Il Governatore ha spiegato che le apparecchiature ricevute del governatorato hanno fatto parte di una serie completa di consegne che arriveranno a seguire a sostegno del settore della sanificazione, sottolineando la natura estremamente moderna e avanzata delle apparecchiature e dei macchinari ricevuti. 

Il responsabile della delegazione dello SDRPY, ing. Al Hadi, ha dichiarato durante il lancio della campagna che si occuperà della missione di offrire sostegno costante da parte del governo del Custode delle due Sacre Moschee Re Salman bin Abdulaziz Al Saud per il popolo fratello della Repubblica dello Yemen, e di completare il piano del programma di sostenere i settori vitali nello Yemen, migliorando l'efficienza e potenziando la capacità, senza tralasciare l'ambiente. Nel lanciare la campagna, il programma punta ad attivare la sanificazione ambientale in collaborazione con il CIFA attraverso la fornitura di sostegno essenziale sotto forma di apparecchiature e macchinari, in aggiunta al rimboschimento e al ripristino di strade vitali ad Aden per mantenere la pulizia della provincia e migliorare la consapevolezza della salute dei membri della comunità. 

L'ing. Al Hadi ha dichiarato che la campagna si sta svolgendo nell'ambito del programma di sviluppo nello Yemen, come ampliamento dei progetti che hanno ricevuto attenzione, e come un segno tangibile del profondo rapporto tra i due Paesi. Nell'attuazione di una fede e di un destino comune, il Reame sta aiutando ai fratelli e alle sorelle nello Yemen secondo una strategia e una visione che pongono tutte le attenzioni sui cittadini dello Yemen, affrontando le loro necessità di servizi, riducendo il tasso di disoccupazione degli yemeniti, mobilitando l'economia e stabilizzando la valuta dello Yemen. 

Al Hadi ha espresso grande felicità per l'ospitalità e l'accoglienza che i membri dello SDRPY hanno ricevuto dalle autorità locali e dal personale del Governatorato di Aden, così come negli altri Governatorati dello Yemen in cui opera il programma per realizzare progetti per lo sviluppo destinati a rafforzare i servizi di base forniti a cittadini dello Yemen. Il responsabile della delegazione saudita ha dichiarato che lo SDRPY è stato attivo nei mesi scorsi ad Aden per valutare i bisogni e ha spiegato che saranno annunciati una serie di progetti nuovi in diversi settori. 

Oltre alle conoscenze e alle capacità di importanza critica, lo SDRPY ha messo a disposizione della campagna più di 22 apparecchiature e macchinari pesanti, tra cui bulldozer, autocarri per i il trasporto dei rifiuti e più di 200 raccoglitori per le immondizie. Il progetto ha anche creato delle preziose opportunità di lavoro temporaneo per più di 300 cittadini, che lavorano a fianco di 12 controllori sul campo, 80 partecipanti da organizzazioni della società civile, e 40 individui da fattorie locali. Tutti i soggetti coinvolti vengono compensati quotidianamente per le loro azioni dirette per l'intera durata della campagna. 

Il lavoro dei team per la sanificazione e l'igiene sono stati suddivisi in aree diverse sulla base dell'ubicazione dei rifiuti accumulati, che saranno rimossi in più di 600 trasferimenti al mese per tre mesi nei diversi distretti della provincia.  

La campagna è stata lanciata dal distretto Sceicco di Othman, e il processo di pulizia verrà completato rispettando il programma articolato sui 9 giorni di attività programmati per ogni distretto. 

Per l'intera durata della campagna, ci si aspetta che gli oltre 9000 metri cubi di rifiuti saranno raccolti e rimossi dal governatorato. La campagna comprende una serie di programmi e di eventi che li accompagnano, compreso l'abbellimento dei distretti grazie alla messa a dimore di 500 piante che non necessitano di irrigazione. Questo sforzo è destinato a sostenere il principio della sostenibilità nei distretti in questione. Inoltre, si lavorerà anche per riparare e sostituire l'illuminazione in una serie di strade vitali ad Aden. 

Appare necessario sottolineare che la campagna per l'igiene e la sanificazione ambientale è stata attuata dopo che il CIFA ha perso il 60% dei macchinari e delle apparecchiature, con il conseguente accumulo di grandi quantità di rifiuti solidi e di sporcizia nelle vicinanze e nelle strade del governatorato. Questo ha portato a un maggiore rischio di malattie ed epidemie in una situazione già delicata. 

  

    

Foto - https://mma.prnewswire.com/media/1136337/Image_1.jpg 

Foto - https://mma.prnewswire.com/media/1136338/Image_2.jpg 

Foto - https://mma.prnewswire.com/media/1136336/Image_3.jpg