Il protocollo London Bridge è inflessibile: in caso di morte della monarca 10 giorni di lutto

Elisabetta II d'Inghilterra
Elisabetta II d'Inghilterra

La morte della Regina Elisabetta potrebbe addirittura spostare il calendario di un universo che ha sempre seguito regole sue e che finora si è “piegato” solo alla pandemia da Covid, la domanda è legittima a contare quello che è previsto stasera nello sport ed in particolare nel calcio: cosa succede alle squadre inglesi in caso di scomparsa della sovrana?

La morte di Elisabetta e le squadre inglesi

Il dato è netto e il protocollo London Bridge è inflessibile: in caso di morte della monarca 10 giorni di lutto e stop a tutte le attività sociali o ricreative, nel novero delle quali il calcio rientra. E la partitissima tra Manchester United e Real Sociedad di stasera stasera ad esempio potrebbe risentirne in maniera drastica.

A rischio Manchester United-Real Sociedad

Il lutto nazionale previsto per l’eventuale decesso della sovrana non concederebbe deroghe, neanche ad un big match di quella portata. E i media britannici sembrano confermarlo: è molto probabile che la morte del monarca comporterà la sospensione degli eventi sportivi previsti per le prossime ore. Questo perché a seguito del protocollo del “London Bridge”, il rigido cerimoniale che regola gli step del massimo evento luttuoso del paese, il Regno Unito entrerà in un periodo di lutto nazionale di oltre una settimana.