Il provvedimento è stato inserito nell'emendamento appena approvato al Decreto Aiuti bis del governo

Prorogato lo smart working per i soggetti fragili
Prorogato lo smart working per i soggetti fragili

Novità per lo Smart working, c’è la proroga per lavoratori fragili e genitori di under 14 fino al 31 dicembre 2022. Il provvedimento è stato inserito nell’emendamento appena approvato al Decreto Aiuti bis del governo e alla fine il prolungamento a cui alludeva il ministro Orlando c’è stato. Originariamente la misura non era rientrata nel decreto Aiuti bis varato dal governo a guida Mario Draghi, ma in fase di conversione in legge è stato inserito un emendamento ad hoc.

Smart working, proroga fino a dicembre

E quell’emendamento in commissione è stato votato all’unanimità. L’esame del testo che si era arenato sul Superbonus è ora in corso al Senato, e dovrà essere concluso in tempi stretti. Il tweet di Orlando è chiaro: “Prorogato fino al 31 dicembre lo smart working per i lavoratori fragili e per i genitori di figli con meno di 14 anni. In diverse occasioni, negli scorsi mesi, avevo proposto la proroga e mi ero impegnato affinché fosse approvata: promessa mantenuta“. Ha spiegato poi il ministro: “La misura rappresenta un intervento fondamentale per tutelare le persone più fragili, i genitori con figli piccoli e continuare a garantire migliore conciliazione del tempo vita-lavoro grazie alla modalità agile”.

Costi e risorse per attuare la misura

Quanto costerà la misura? 18,66 milioni per il 2022 coperti per 8 milioni attraverso il Fondo sociale per l’occupazione del Ministero del lavoro e per 10,66 con riduzione del Fondo per le politiche attive del lavoro. In smart working ci potranno restare per altri tre mesi i genitori di under 14 se entrambi lavorano ed  fragili, cioè i lavoratori particolarmente a rischio se esposti al contagio da Covid, con valutazione fatta “dal medico competente in base a età, patologie, comorbidità e immunodepressione”.