Il punk gentile di Simon Cracker: "La realtà morde"

(Adnkronos) - I Sex Pistols incontrano Holly Hobbie da Simon Cracker, che per la spring summer 2023 rielabora il concetto di punkindness (il punk gentile) mixando un’estetica cruda con cuciture industriali, spille da balia, orli non finiti a balze, paracadute, tessuti e stampe fatte a mano. "La collezione si chiama Reality Bites, la realtà morde - dice all’Adnkronos Simone Botte, fondatore e designer del brand - e racconta tutte le difficoltà che abbiamo trovato nella realizzazione di questa stagione: quelle di un brand emergente come il nostro, che si affaccia sul panorama della moda. Questo è il nostro modo di affrontare la cosa".

Classe 1985, originario di Cesena, Simone, già selezionato dalla Camera della moda italiana tra i partecipanti al progetto Designer for the Planet e finalista al contest 'Who Is On Next?', il progetto di scouting promosso da Vogue Italia, è stato influenzato dal nonno pittore e dalla madre creativa. Dopo aver studiato come grafico pubblicitario ha iniziato a occuparsi di grafiche e pattern dei tessuti di marchi come Prada, Moschino e Iceberg, lavorando nel contempo su pezzi disegnati e dipinti da lui stesso con gli inchiostri di scarto, fino a fondare la sua etichetta Simon Cracker. Per la prossima stagione la protagonista è ragazza della prateria, con abiti distrutti e ‘mangiati’ "da tutto quello che dobbiamo affrontare ogni giorno", spiega Botte, che per la collezione, interamente upcycling, ha utilizzato lenzuola di vecchi corredi in lino e cotone, camicie upcycled trasformate in abiti quaderno, pezzi di paracadute, capi in Jersey riciclato, abiti ispirati a coniglietti di pezza usurati o con i ricami 'porn' e 'punk' e pezzi sartoriali distrutti e ricomposti. (di Federica Mochi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli