Il punto del commissario straordinario per l'emergenza covid.

·1 minuto per la lettura
Figliuolo terza dose
Figliuolo terza dose

Il generale Francesco Paolo Figliuolo, commissario straordinario per l’emergenza covid-19 del governo Draghi, è intervento nella riunione settimanale dell’Unità di Crisi della Regione Piemonte sulla pandemia ed ha detto la sua sull’attuale stato dell’emergenza sottolineando anche l’importanza di accelerare per la terza dose.

Figliuolo sulla terza dose

Proprio sulla nuova somministrazione, il generale ha detto che “si sta dimostrando efficace strumento per permettere di contenere contagi e ospedalizzazioni”, è proprio per questo è bene che venga presto concessa anche alla fasce di popolazione più giovani.

Terza dose, il punto di Figliuolo

“Il Piemonte è partito velocissimo – ha aggiunto Figliuolo – ha già effettuato 295.000 somministrazioni, e tra le grandi Regioni è quella che ha la migliore percentuale. È un piacere vedere come il presidente Cirio conosca nel dettaglio la campagna vaccinale. Questa – ha precisato – è la chiave del successo a livello nazionale: lavorare insieme, entrare nei dettagli e avere un controllo accentrato della situazione. In Piemonte siete in buone mani perché i problemi si affrontano e si risolvono”.

Figliuolo sull’importanza della terza dose

Infine, sulla difficile situazione venutasi a creare in tutta Europa, il commissario ha sottolineato come il nostro Paese possa vantare una posizone di maggiore protezione. “Nonostante l’aumento dei contagi in tutta Europa, l’Italia è tra le nazioni messe meglio e credo che il prossimo Natale sarà un buon Natale”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli