Il racconto della madre di Adriano Pacifico

Adriano Pacifico
Adriano Pacifico

Adriano Pacifico era scomparso mentre attraversava il Cammino di Santiago in bicicletta. Dopo diversi appelli della madre, finalmente è stato trovato a Ventimiglia. La donna ha raccontato che il figlio ha vissuto momenti terribili.

Adriano Pacifico è stato ritrovato, la madre: “Finalmente a casa, ha vissuto momenti terribili”

Grazia Mansueto, madre di Adriano Pacifico, ha ricevuto la tanto attesa telefonata da suo figlio. “Mamma, scusami, ma non sapevo nulla della vostra paura, dei vostri appelli, delle vostre ricerche e di quelle dell’Interpol perché nessuno mi ha avvertito, come sai avevo rotto il cellulare e, purtroppo, sapevo di non avere più un cent sulla carta di credito ricaricabile” ha spiegato l’uomo. “Quando arriverò a casa vi racconterò cosa ho passato in questi giorni, ora è meglio lasciar perdere” ha aggiunto. “Ha vissuto momenti terribili, non sa il francese e pensava di non avere soldi sulla carta, neanche per comprarsi il cibo. Si è dovuto arrangiare per strada in tutto e per tutto” ha spiegato sua madre.

La scomparsa di Adriano Pacifico

La famiglia aveva perso i contatti con l’uomo l’11 luglio, quando aveva videochiamato sua madre per l’ultima volta, da un telefonino prestato, in Francia. “Ho rotto lo smartphone, me ne ha prestato uno un ragazzo per chiamarti” aveva spiegato. Lo scorso giugno era partito in bicicletta dall’Emilia, per intraprendere il Cammino di Santiago. “Adriano viene da un momento complicato ma è falso che voleva allontanarsi dalla famiglia, ha due figli che ama. Voleva farsi un regalo, dopo che nella vita si è preso grandi responsabilità. Ne ha parlato con dei preti, ha pianificato tutto: ha comprato una bici a Roma, una tenda, il fornelletto per cucinare ed è partito” ha voluto sottolineare la madre.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli