Il rapper F.U.L.A. torna a casa con 'Adouna'

·2 minuto per la lettura

Un ponte tra Senegal e Italia, F.U.L.A., al secolo Oumar Sall, racconta con l'Ep 'Adouna', in uscita l'11 giugno, il suo viaggio verso casa, l'Africa, da cui è partito quando era piccolissimo con sua madre. Otto tracce, otto tappe di un percorso scandito dalle parole che l'artista ha scelto per raccontarsi. E, ancora, otto scenari fatti di immagini che immortalano gli elementi di una storia che va dalla Calabria, passando per Milano, per le banlieu di Pikine, fino alle coste di Dakar. Una storia personale, ma al tempo stesso universale scandita dai brani 'Il mare in casa', 'Cosmo', 'Macumba', 'Touty', 'Interlude', 'L'argent', 'Black Melanin' e 'Pikine Freestyle'. "Con questo Ep, inizio a raccontarmi e a raccontare il viaggio che mi ha portato a casa, immortalando immagini estemporanee che ripercorrono ciò che più mi ha segnato di un viaggio che mi ha proiettato in un mondo pieno di contraddizioni - dice l'artista - Il titolo 'Adouna' (tradotto in italiano, 'Vita') è stato scelto perché per me queste canzoni sono ciò che ho vissuto e vivo da sempre. In più 'vita' è sempre un termine positivo, se c'è vita c'è cambiamento ed evoluzione, mi piace pensare".

Classe '93, F.U.L.A. si è innamorato della musica dopo la scoperta di Youssou N’Dour (il cantante africano più celebre nel mondo, attuale ministro del turismo e della cultura in Senegal). E' scoccata così la scintilla, soprattutto per l’Afro Music, a cui nel 2006 ha unito l'esercizio della break dance. Ma prima di dedicarsi a pieno alla musica nella vita di F.U.L.A. c'è stato lo sport, un utile mezzo di integrazione per lui. Poi il mondo dei suoni lo ha catturato completamente, dalle radici della musica africana agli intenti dei vari cultori Blues, Soul, Reggae, Rap, Jazz, Pop, Rock. Multiformità e Multiculturalismo fra le sue parole d'ordine. Mentre sono la "spensieratezza consapevole e la voglia di rivalsa perenne" a fare da sfondo ai suoi brani. Pioniere dell'Afro Urban Sound in Italia, F.U.L.A. si è legato all'etichetta LaPop nel 2020 pubblicando i singoli: 'Occhio di falco', 'Nomade', 'Maldafrica', 'Sabar', 'Tutti i colori'.

Contemporaneamente F.U.L.A. porta avanti assieme ad altri esponenti della scena Afro Urban milanese il progetto 'Equipe 54'. E ad un anno di distanza dalla pubblicazione di 'Maldafrica', è tornato proprio in Africa, per lui fonte inesauribile d'ispirazione, per continuare a creare ed esibirsi rafforzando il legame con la sua terra. Il 23 aprile scorso è uscito il singolo 'Touty', sui portali digitali e in radio assieme ad un videoclip su YouTube per la regia del video-maker Manuel Marini. Ed ora il nuovo Ep 'Adouna' (LaPOP), disponibile su tutte le piattaforme di streaming dall’11 giugno.