Il Real doma l'Inter, 0-2 a San Siro: blackout Vidal ma deludono tutti. Sintesi e pagelle

Matteo Baldini
·4 minuto per la lettura

I rimandi continui al concetto di "finale", negli ultimi giorni, danno il senso di quanto sia nevralgico lo scontro di San Siro tra Inter e Real Madrid, momento certo chiave per rafforzare le speranze nerazzurre in ottica passaggio del turno di Champions League. Conte ritrova la difesa dei titolari contro le Merengues di Zidane prive di importanti elementi, Ramos e Benzema su tutti.

Minuto di raccoglimento per Maradona | MIGUEL MEDINA/Getty Images
Minuto di raccoglimento per Maradona | MIGUEL MEDINA/Getty Images

BLACKOUT VIDAL - Il Real ottiene il massimo non appena si affaccia in avanti: azione prolungata chiusa con un fallo di Barella su Nacho, calcio di rigore e gol di Hazard al 7'. Non c'è la reazione e, anzi, l'Inter appare piuttosto svagata e pigra, in balia degli avversari: al 13' Vazquez fa tremare il palo con un tentativo da fuori. Dopo una prima metà di primo tempo passiva l'Inter prova ad avanzare il raggio d'azione, mostrando se non altro personalità. Il Real però, dal canto proprio, tiene costantemente in mano il pallino del gioco, dettando il ritmo e regalando un possesso pregevole. Sul finire del primo tempo arriva un duro colpo per le intenzioni nerazzurre: Vidal a terra in area, proteste veementi e doppio giallo per il cileno che lascia i suoi in dieci.

L'espulsione di Vidal | Valerio Pennicino/Getty Images
L'espulsione di Vidal | Valerio Pennicino/Getty Images

RODRYGO LA CHIUDE - La tegola dell'espulsione di Vidal spinge Conte a rimescolare le carte: dentro D'Ambrosio e Perisic, out Bastoni e Lautaro. Fasi concitate di gioco in avvio di ripresa, l'Inter si porta nell'area avversaria ma la formazione di Zidane resiste. I cambi sembrano pagare per i nerazzurri ma al 58' arriva la doccia fredda, decisivo proprio un cambio ma dalla parte di Zidane: Rodrygo entra e dopo un minuto segna al volo su assist di Vazquez. Conte manda in campo anche Sanchez ma l'assalto nerazzurro non arriva, il Real resta in controllo: l'unico a provarci è Perisic, di fatto il solo a impegnare Courtois.

Se di finale si trattava, come spesso ricordato nelle ultime ore, lo 0-2 complica e non poco il percorso dell'Inter nel girone: nerazzurri ancora a digiuno di vittorie, costretti di fatto a vincere le ultime due partite per sperare negli ottavi ed evitare un nuovo addio prematuro alla principale competizione europea. Segnali negativi su tutta la linea per Conte, la sola espulsione di Vidal non può spiegare in toto la prova sottotono della squadra in ogni zona del campo.

Rodrygo entra e segna | Valerio Pennicino/Getty Images
Rodrygo entra e segna | Valerio Pennicino/Getty Images

Le pagelle dell'Inter:

Handanovic 6 Incolpevole sul rigore di Hazard, battuto alla perfezione, reattivo in seguito sugli altri tentativi del Real nel primo tempo.

Skriniar 5,5 L'attacco delle Merengues lo mette in apprensione e la forma fisica non sembra sostenerlo.

De Vrij 6 Nessun affanno particolare, prova a dare ordine al reparto finché l'Inter resta in partita. In avvio di ripresa si porta pericolosamente in avanti.

Bastoni 6 Primo tempo senza infamia e senza lode, l'espulsione di Vidal porta però Conte a cambiare schieramento e a passare al 4-4-1, togliendolo dal campo nell'intervallo.

Hakimi 5 Distratto e piuttosto confusionario nel primo tempo. Nella ripresa non si riscatta e commette ancora errori, Conte lo toglie per fare spazio a Sanchez sullo 0-2.

Barella 5 In avvio provoca il rigore su Nacho e non riesce a riprendersi del tutto, non trovando mai spazi e perdendo troppi palloni.

Gagliardini 5 Giallo nelle prime battute, ci mette foga e impegno ma manca di precisione e di esperienza al cospetto di avversari certo impegnativi.

Young 5 L'Inter spinge di più dalla parte di Hakimi (senza successo), Vazquez gli causa qualche grattacapo di troppo per tutto il match.

Vidal 4 Manda alle stelle un tentativo da fuori ed è poco lucido quando imposta. Reclama un rigore a fine primo tempo ma rimedia addirittura il rosso per proteste: serata da dimenticare.

Lautaro Martinez 5 Nel primo tempo l'intesa con Lukaku non funziona, i pochi palloni giocabili non vengono gestiti al meglio. Out nell'intervallo per fare spazio a Perisic.

Lukaku 5,5 Pochi palloni giocabili nel primo tempo, spesso si trova spalle alla porta. Difende il pallone come suo solito ma non si rivela pericoloso dalle parti di Courtois.

Dal 46' D'Ambrosio 5,5 Colpevole in occasione del 2-0 firmato dal neo-entrato Rodrygo.

Dal 46' Perisic 6 Buono spunto al 70', sfiora il gol con un bel sinistro a rientrare. Entra bene in partita e impegna Courtois.

Dal 63' Sanchez 5,5 Conte lo manda in campo per l'assalto finale, non offre spunti degni di nota.

Dal 78' Sensi SV

Dall'86' Eriksen SV

Segui 90min su Facebook, Instagram e Telegram per restare aggiornato sulle ultime news dal mondo dell'Inter e della Serie A!