Il reality fa ottimi ascolti ma non è in palinsesto e Mediaset ha motivi molto precisi in merito

Le sorti di Temptation Island sono incerte
Le sorti di Temptation Island sono incerte

Addio per sempre a Temptation Island? Il fortunato reality che fa ottimi ascolti ed intriga i telespettatori di Mediaset non è in palinsesto e non compare in nessuna nota relativa alla programmazione estiva 2022. Non è una notizia freschissima e negli ambienti già da tempo si mormorava di una cancellazione. Lo scenario preciso però lo aveva svelato qualche giorno fa TvBlog. In quella sede era arrivata la conferma: il reality “tropicale” targato Mediaset e condotto da Filippo Bisciglia non ha più spazio e “residenza” in programmazione per l’ammiraglia del Biscione.

Addio per sempre a Temptation Island?

Non vi sono tracce del programma né a giugno, né a luglio, cioè nei mesi canonici della messa in onda su Canale 5 di Temptation Island. Ma qual è il motivo dello stop di una trasmissione che nella fascia estiva aveva sempre garantito ottimi ascolti? La spiegazione e al contempo la conferma dello stop sta tutta in un documento. Quale? Quello sui listini pubblicati sul sito della concessionaria Publitalia. Proprio quel documento illustra nel dettaglio la programmazione di Canale Cinque per la vendita degli spazi pubblicitari.

I listini, la conferma e la verità

Basta andare a spuntare la voce Temptation Island che ha una nicchia di programmazione il mercoledì in prima serata, e capire davvero che Temptation è ferma ai box. Pare che quel documento illustri una verità di tipo “giuridico”, nel senso che il reality non andrà in onda perché ci sono stati problemi per il rinnovo dell’acquisizione dei diritti del format. Format che infatti è tratto dal reality televisivo olandese Blind Vertrouwen, creato da Endemol.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli