Il regista anti-Trump Michael Moore sull’uccisione di Soleimani

Il regista anti-Trump

Il regista anti-Trump Michael Moore ha commentato sui social la morte del generale iraniano Soleimani: “Americani, preparatevi a mandare in guerra i vostri figli”.

Michael Moore commenta l’uccisione di Soleimani

Il regista e produttore statunitense Michael Moore, famoso per i suoi documentari Bowling, Columbine e Fahrenheit 11/9, ha commentato via Twitter l’uccisione del generale iraniano Soleimani.

“Salve compagni americani. Conoscete quest’uomo?”, debutta così nel post il regista, al quale allega anche una foto del capo delle forze iraniane al-Quds, Qassem Soleimani. “Sapevate – continua Moore su Twitter – che era il vostro nemico? Cosa? Mai sentito parlare di lui? Entro la fine di oggi sarete addestrati a odiarlo. Sarete felici che Trump lo abbia assassinato. Farete come vi è stato detto. Preparatevi a inviare i vostri figli e le vostre figlie in guerra“.

L’uccisione del generale

Attraverso un raid ordinato dal presidente americano Donald Trump vicino all’aeroporto di Baghdad, in Iraq. Due auto sono state polverizzate e otto persone hanno perso la vita. Il ministro degli Esteri iraniano Javad Zarif lo ha definito “un atto di terrorismo”. Ali Khamenei ha invocato una dura vendetta, ma dal Pentagono hanno assicurato: “Proteggeremo i nostri interessi”. Nell’attacco hanno perso la vita il capo delle forze iraniane al-Quds, Qassem Soleimani, Abu Mahndi al-Muhandis, il numero due delle Forze di mobilitazione popolare, alcuni tra le Forze di mobilitazione popolare e un esponente di Teheran.