Il Regno Unito si è fermato per i funerali di Elisabetta II

featured 1649919
featured 1649919

Londra, 19 set. (askanews) – Il Regno Unito si è fermato per i funerali di Elisabetta II. Uno dei più grandi raduni ospitati nel Regno Unito da decenni: circa 2.000 persone, tra teste coronate, leader politici e ospiti illustri.

Dai membri delle famiglie reali di tutta Europa all’imperatore giapponese Naruhito, dal presidente degli Stati Uniti Joe Biden con la First Lady Jill, alla moglie del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, al presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Dopo la lunga processione da Westminster Hall, la bara della regina è stata trasportata nell’Abbazia di Westminster. Re Carlo III e i tre fratelli Anne, Andrew e Edward e i figli William e Harry hanno seguito il carro sul quale era stato issato il feretro.

A officiare la cerimonia funebre l’Arcivescovo di Canterbury, Justin Welby e la prima ministra britannica Liz Truss, che ha letto la seconda lettura. L’arcivescovo di Canterbury ha esaltato il senso del dovere e la grande fede di Elisabetta: “Sua Maestà dichiarò notoriamente che tutta la sua vita sarebbe stata dedicata al servizio della nazione e del Commonwealth. Raramente una promessa del genere è stata mantenuta così bene… Pochi leader hanno ricevuto le manifestazioni di affetto che abbiamo visto”, ha sottolineato.

Dopo la cerimonia, il secondo corteo funebre con in prima fila il re e gli altri membri della famiglia reale, fra cui William e Harry, in abiti civili, seguiti in auto da Camilla, la regina consorte, e Kate, principessa del Galles. É l’ultimo viaggio della regina fino al Castello di Windsor.