Il restauro tech del Teatro Greco di Taormina dopo 60 anni

·1 minuto per la lettura
featured 1554031
featured 1554031

Milano, 21 dic. (askanews) – Lavori straordinari al Teatro Greco di Taormina a più di 60 anni dall’ultimo restauro. Previsti una serie d’interventi strategici per la manutenzione e conservazione di uno dei luoghi d’arte più apprezzati al mondo che partiranno a gennaio del 2022. Primo passo i rilievi dell’area realizzati grazie a un drone e laser scanner di ultima generazione.

La direttrice del Parco Naxos Taormina, l’archeologa Gabriella Tigano: “Questo ci consentirà di avere una radiografia del teatro precisa e sarà la base dell’intervento di restauro perché ci consentirà di individuare in modo preciso i punti in cui intervenite e studiare le modalità di intervento dalle cose più banali come l’eliminazione della vegetazione fino a interventi che saranno finalizzati anche a una conoscenza del monumento perché l’intervento di restauro è anche un momento di studio”.

Gli interventi di restauro andranno avanti a tappe per non interferire con le attività estive: si comincia con la versura occidentale, poi la cavea e quindi la scena.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli