Il riconoscimento dell'Università di Parma al Capo dello Stato.

·1 minuto per la lettura
Mattarella laurea honoris causa
Mattarella laurea honoris causa

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricevuto la laurea magistrale honoris causa in Relazioni internazionali ed europee da parte dell’università di Parma. La cerimonia di consegna si è svolta nella Chiesa di San Francesco del Prato alla presenza del rettore Paolo Andrei, del direttore del dipartimento di Giurisprudenza, studi politici e internazionali Giovanni Francesco Basini e del docente di diritto Costituzionale,Antonio D’Aloia.

Mattarella riceve la laurea honoris causa

Nelle motivazioni rese pubbliche dall’Ateneo parmigiano si legge che la scelta è stata presa per onorare “l’altissimo profilo nazionale e internazionale, politico e istituzionale” del Capo dello Stato e per “riconoscere il suo quotidiano impegno istituzionale, civile e morale, nella garanzia attiva e nella testimonianza concreta dei valori costituzionali e della libertà, unitamente alla costante ed intensa vicinanza alla causa della ricerca, della formazione e del futuro dei giovani del nostro Paese”.

Laurea honoris causa a Mattarella

Il rettore, Paolo Andrei, ha parlato di “un momento emozionante”. “Questa cerimonia – ha aggiunto – si svolge in un luogo splendido e denso di significato, pieno di storia e storie, un luogo che riparte dopo tanti anni. Il pieno recupero della chiesa di San Francesco del Prato è orgoglio per la nostra comunità”. In questo momento – ha precisato – anche “l’Università riparte, con rinnovato slancio, dopo un periodo difficilissimo”.

Per Mattarella laurea honoris causa a Parma

Al termine della cerimonia il Presidente Mattarella ha tenuto la sua lectio doctoralis. “Da corporazioni di soli docenti, o di docenti e studenti, le università hanno, progressivamente, acquisito un ruolo pubblico. Si sono trasformate da corpi ristretti di diritto civile a soggetti aperti di diritto pubblico, portatori di valori destinati a diventare solidi riferimenti. La loro storia – ha aggiunto – mostra anche quanto siano radicate, nello spirito dell’Europa, le questioni delle autonomie e delle libertà”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli