Il rilancio nazionale di California Bakery tra aperture e assunzioni

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 11 mar. (askanews) - Il futuro di California Bakery, sotto la guida del Gruppo Volpi, è riassunto nella formula 30+30. Dove 30 sta per 30 ristoranti di proprietà da aprire in tutta Italia entro l'anno ai quali se ne aggiungeranno altrettanti con la formula del franchising. A illustrare il nuovo corso della catena di ristoranti che si ispira alla cucina a stelle e strisce, Stefano Chisoli, presidente di Ten Food & Beverage, e Alessandro Fois, responsabile operativo di California Bakery, durante una conferenza stampa a pochi giorni dall'annuncio dell'acquisizione della catena nata a Milano 25 anni fa da Ten Food&Beverage, del gruppo Volpi - titolare dei marchi Ten Restaurant, Al Mare by Ten e Pasticceria Svizzera 1910.

"Abbiamo chiuso questa operazione recentemente. Un anno di affitto di ramo azienda ci ha consentito di mantenere vivo il marchio e tenere aperti i locali compatibilmente con le normative. Ora però con questo piano vogliamo rafforzare sempre di più il marchio California Bakery, che rappresenta un marchio storico concentrato, però, nella realtà milanese - ha osservato Chisoli - noi vorremmo rafforzare il marchio a Milano ma anche esportarlo in altre città: il nostro obiettivo è di arrivare a 30 locali, oltre ai 12 che abbiamo già rilevato da tempo ne avevamo già 4 o 5 in fase di apertura. Abbiamo già individuato dei locali a Roma e Torino e previsto un incremento a Milano. Questo prevederà un aumento dell'occupazione".

L'aumento dell'occupazione chiaramente dipenderà da tanti fattori, non da ultimo l'evoluzione della situazione sanitaria. In ogni caso, come ha evidenziato Chisoli "le stime sono variabili in base all'operazione che facciamo: se prendiamo una attività esistente per noi sono dipendenti in più ma di fatto è una occupazione esistente. Comunque i nostri punti vendita possono avere dai 6-8 dipendenti ai 20 per California Bakery quindi si fa in fretta a fare i conti". "Dal punto di vista organizzativo - ha aggiunto Fois - andremo a sostenere l'avviamento di queste nuove attività esterne ma anche interne andando a guidare l'inserimento della forza lavoro rispetto al fatturato previsto".

L'operazione, voluta da Gabriele Volpi, presidente della Orlean invest holding, e da Gianpiero Fiorani, amministratore delegato, consentirà alla catena milanese, messa in sicurezza l'attività, di sviluppare la propria presenza su tutto il territorio nazionale, anche attraverso il progetto "CB Franci", ovvero la ricerca di trenta aspiranti gestori in franchising del format California Bakery, dopo corso di formazione, assistenza e supporto logistico. La crescita della catena avverrà anche all'interno di centri commerciali, con alcuni dei quali sono già stati presi contatti, e in futuro potrebbe assumere una dimensione internazionale, con la prima apertura a Lugano.