Il robot terapeuta e interattivo che aiuta i bambini autistici

Il robot terapeuta e interattivo che aiuta i bambini autistici

Milano, 2 mar. (askanews) – Lui è NAO, è un robot umanoide e grazie a un progetto del Politecnico di Milano aiuta i bambini autistici, grazie a giochi interattivi.

Alessandra Pedrocchi, responsabile della sezione di neuroingegneria del laboratorio NearLab, che si occupa di studiare tecnologie per la riabilitazione di pazienti neurologici.

“In questo progetto l’idea è quella di usare i neuroni specchio, la capacità di apprendere movimenti e gesti attraverso l’osservazione di altri che fanno il gesto e usare il robot come agente che può esprimere i gesti in modo ripetuto e semplice, dando una comunicazione al bambino più essenziale. I gesti su cui stiamo lavorando sono gesti semantici”

A collaborare sempre fisioterapista, robot e bambino. Dal progetto ha appena preso il via uno studio clinico con una dozzina di bambini.

“i primi riscontri sono molto positivi si vede che l’attenzione del bambino durante le sedute diventa molto più concentrata su robot e terapista e meno dispersa nell’ambiente”.