Il ruolo dell’inflazione nel paniere di spesa e nello stato di salute economico delle famiglie

L'inflazione è una vera "tassa occulta"
L'inflazione è una vera "tassa occulta"

C’è una tassa occulta che sta spremendo gli italiani, ecco perché i nostri risparmi sono evaporati. Il ruolo dell’inflazione nel paniere di spesa e nello stato di salute economico delle famiglie italiane è un ruolo ormai massivo perché di fatto l’inflazione è come una “patrimoniale” che si scaraventa contro i conti correnti.  L’ufficio studi della Cgia ha diffuso un dato cardine: in questo ultimo anno l’aumento dell’inflazione è costato agli italiani oltre 92 miliardi. Che significa? Che in un anno il tasso di interesse applicato dagli istituti di credito sui depositi bancari si è aggirato attorno allo zero.

Tassa occulta e risparmi evaporati

E in sincrono l’inflazione è cresciuta dell’8%, a risparmi invariati. Risparmi che al 31 dicembre scorso ammontavano complessivamente a 1.152 miliardi. Si, ma cosa ha eroso dunque i conti correnti degli italiani? Il caro vita, che ne ha incenerito 92,1 miliardi. Riassumiamo il Cgia-pensiero: ci sono effetti negativi dell’inflazione sui risparmi che fanno massa critica con il fatto che i risparmi sono pochi e devono essere spesi per le emergenze energetiche.

Chi ha pagato più di tutti in Italia

Chi ha pagato il costo più alto? I risparmiatori delle regioni più ricche, lo spiega Today: “In Lombardia la perdita di potere di acquisto è stata di 19,4 miliardi, nel Lazio di 9,3, in Veneto di 8,3 e in Emilia Romagna di 8,122 . E in termini di macro aree? “A Nordovest il ‘prelievo’ è stato di ben 29,8 miliardi, nel Mezzogiorno invece ha raggiunto quota 22,8 miliardi; un dato, quest’ultimo, superiore ai 20,7 miliardi registrati nel Nordest e, ancor più, rispetto ai 18,8 miliardi riconducibili al Centro”. Dove stiamo andando quindi? Verso il peggior scenario possibile: quello della stagflazione.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli