Il rush finale tra Trump e Biden negli Stati chiave

·2 minuto per la lettura

AGI - Dieci comizi nelle ultime 48 ore prima dell'Election Day per Donald Trump, 5 al giorno. Lo sfidante democratico Joe Biden si concentra sulla Pennsylvania, dove il tycoon ieri ha fatto quattro MAGA rally.

L'offensiva del presidente è sugli Stati in bilico più tradizionali: Florida e Michigan mentre giocherebbe in difesa in Georgia e Iowa. Stando a Des Moines Register-Mediacorn, in quest'ultimo Stato il tycoon sarebbe balzato in testa di 7 punti al 48% contro il 41% del rivale.

Trump ha in agenda 5 tappe in cinque diversi Stati, prima in Michigan (dove ha fatto campagna ieri Biden insieme a Barack Obama), con un evento nella contea Macomb. Volerà poi, nell'ordine, a Dubuque (Iowa), Hickory (North Carolina), Rome (Georgia) e Opa-locka (Florida).    

Il vice presidente Mike Pence, per il secondo giorno consecutivo sarà nella Carolina del Nord, a Boone e parteciperà ad una messa con il reverendo Franklin Graham. Biden sarà a Filadelfia, in Pennsylvania mentre la candidata alla vice presidenza Kamala Harris farà campagna in Georgia (nella Gwinnett County) e a Fayetteville, in North Carolina. 

Biden viene dato in vantaggio in Pennsylvania di 3,7 punti secondo la media dei sondaggi di RealClearPolitics. Trump vinse per appena 44.000 voti in Pennsylvania nel 2016. Nel Michigan, Biden risulta avanti di 7,3 punti. Trump si aggiudicò lo Stato 4 anni fa per 11.000 schede.

Nell'Iowa, sempre nella media di RealClearPOliticas, il vantaggio dell'ex vice presidente è inferiore all'1%. Nel 2016 Trump triofò nell'Iowa con 147.000 voti in più rispetto all'allora sfidante democratica Hillary Clinton.     

Anche in Georgia il vantaggio di Biden è risicato, sotto l'1% per RealClearPolitics. Trump vinse la George per 211.000 voti. In Florida, dove Trump ebbe la meglio per 113.000 voti quattro anni fa, l'ex numero due di Obama viene dato avanti di 1,6 punti mentre nella Carolina del Nord (vinta per 173.000 voti dal tycoon) il margine a favore di Biden è di appena l'1%. 

I democratici hanno cancellato un evento elettorale in Texas, dopo che alcune auto di sostenitori di Trump hanno inseguito e circondato un pulmino della campagna di Biden, con a bordo alcuni funzionari del partito, che avrebbero cercato di mandare fuori strada.

Alcuni sondaggi giudicano il rosso Texas in bilico. L'ultimo candidato democratico alla presidenza a vincere nello Stato della Stella solitaria è stato Jimmy Carter nel 1976 ed oggi, a 96 anni, lancia un appello agli elettori perché la storia si ripeta: "Abbiamo la possibilità di far diventare il Texas blu - scrive Carter in una email - abbiamo l'occasione di fare qualcosa che non viene fatto da quando io sono stato eletto presidente".    

Alla vigilia del voto, tutti i sondaggi stanno convergendo su uno scenario in tre fasi: recupero di Trump, consolidamento di Biden nel voto popolare, testa a testa nei battleground states.