Il santo di oggi, 24 ottobre

Luigi Guanella nasce a Fraciscio di Campodolcino, in provincia di Sondrio, il 19 dicembre 1842, nono di 13 figli, da una famiglia patriarcale in cui apprende un costante amore per il lavoro ed una grande carità verso i poveri. Molti dei suoi compaesani sono costretti ad emigrare in America, e Luigi rimane profondamente colpito da quei distacchi dolorosi. Lasciato il piccolo borgo, a 12 anni entra in seminario per diventare sacerdote e nel 1866 inizia con entusiasmo la vita pastorale in Valchiavenna, Valtellina e infine a Pianello Lario. Sin dagli inizi Luigi rivela la sua vocazione: l'istruzione dei ragazzi e degli adulti più poveri, e la difesa del popolo, anche in polemica con i liberali. Non disdegna infatti interventi battaglieri, soprattutto quando si vede ingiustamente frenato dalle autorità civili. Cosa per cui è segnalato fra i "soggetti pericolosi", e che emerge chiaramente dai suoi scritti, oggi raccolti in 41 volumi e in 3200 lettere. Morirà il 24 ottobre 1915. Proclamato beato da Paolo VI nel 1964, il suo corpo è oggi venerato nel Santuario del S. Cuore in Como.