Il santuario a Tokyo invaso dai cani robot

·1 minuto per la lettura
featured 1538632
featured 1538632

Milano, 12 nov. (askanews) – Un santuario a Tokyo (Kanda Myojin) si è riempito di cani robot in occasione della festa dei bambini, durante la quale si prega per la loro buona salute. I proprietari di questi cuccioli robotici hanno portato quello che loro considerano al pari di un animale domestico, in grado di interagire col padrone e distinguerlo da tutti gli altri proprio come farebbe un animale vero grazie al riconoscimento facciale.

“Il concetto su cui si basa il robot Aibo è andare incontro ai bisogni del proprietario – spiega Izumi Kawanishi di Sony che ha creato questo cane – è un robot che può essere apprezzato da tutti e fa nascere un sorriso sul volto di chi ne ha bisogno”.

In Giappone Aibo è molto diffuso e viene considerato un animale da compagnia a tutti gli effetti.

“Ho educato il mio Aibo come un cane vero ma con parecchie libertà. Non gli dò ordini – dice Mieko Isoda una dei proprietari – Sono venuta qui per pregare per la sua salute, affinché non gli succeda nessun incidente domestico”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli