Il segretario della Nato su Putin: "La retorica nucleare russa è pericolosa e indifendibile"

Il segretario della Nato Stoltenberg: "Reazioni USA se la Russia usa armi nucleari"
Il segretario della Nato Stoltenberg: "Reazioni USA se la Russia usa armi nucleari"

Lo ha paventato negli ultimi mesi, ma ora Putin sta alzando ulteriormente la soglia della tensione inviando un sottomarino nucleare a fare test missilistici nel Mare del Nord. Stoltenberg: “Qualsiasi uso di armi nucleari avrà conseguenze serie per la Russia

L’impiego di Belgorod e la risposta Nato

Le recenti manovre del sottomarino nucleare russo, il Belgorod, hanno provocato l’immediata reazione della Nato. Il sottomarino starebbe secondo fonti Nato, facendo un test militare riguardante l’utilizzo del missile-siluro Poseidon, capace di portare testate nucleari a diecimila km di distanza. L’intervento del segretario generale della Nato Jens Stoltenberg è netto: “La retorica nucleare russa è pericolosa e indifendibile”, ha proseguito, precisando che qualsiasi attacco alle infrastrutture critiche della Nato “Riceverà una risposta forte e unita“. Rincarando la dose sull’ipotesi di utilizzo del nucleare: “Qualsiasi uso di armi nucleari avrà conseguenze serie per la Russia”.

Sul continuo della guerra in Ucraina

Il fronte Occidentale deve di certo rimanere unito ora più che mai per Stoltenberg, che rimarca come ogni decisione da prendere riguardante la possibile adesione alla Nato da parte dello stato ucraino debba innanzitutto prima essere concordata da tutti gli alleati. In ogni caso però, secondo il segretario generale, il miglior modo possibile contrastare il tentativo di annessione russa dei territori ucraini, è continuare a sostenere Kiev in tutti modi possibili. I recenti sviluppi, in testa cronologicamente la riconquista di Lyman, dimostrano che l’esercito ucraino sta compiendo numerosi passi in avanti nella propria lotta, e può essere in grado di respingere gli invasori russi.