Il segretario di Sinistra Italiana Fratoianni lancia una proposta per contrastare il caro energia

Caro energia Frataionni
Caro energia Frataionni

Il forte rincaro dell’energia che ha portato inevitabilmente ad un aumento di bollette e carburante è uno dei principali temi sui quali le principali forze politiche si stanno confrontando. Anche il segretario di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni si è espresso sulla questione. In un’esclusiva rilasciata a Rainews, Fratoianni ha lanciato una proposta che potrebbe riguardare sia le imprese a rischio chiusura, sia le famiglie in difficoltà.

Caro energia, la proposta del segretario di Sinistra Italiana Frataionni

Fratoianni, nel corso della sua lunga riflessione ha puntato i fari sugli extraprofitti che stanno finendo nelle mani delle compagnie energetiche. Ed è proprio da questo punto che è partita la proposta del segretario di Sinistra Italiana: “Lo ripeto ancora una volta ci sono 50 miliardi di euro di extra profitti per le compagnie energetiche che si sono formati attraverso meccanismi speculativi, sono extra profitti che vanno oltre ai guadagni normali” – ha osservato.

Ha quindi aggiunto che quella quota dovrebbe essere messa “a disposizione del sistema delle imprese che rischia di chiudere e per le famiglie che non riescono a pagare le bollette”. 

“Siamo gli unici ad averlo detto chiaramente…”

Il segretario di Sinistra Italiana ha poi proseguito mettendo in luce il fatto che proprio il suo partito sarebbe stato uno dei pochi, se non il solo, ad aver portato all’attenzione la questione “oltre ad aver presentato come Alleanza Verdi Sinistra un’esposto alla procura di Roma per capire perché neanche la tassa prevista al 25%, peraltro del tutto insufficiente, sia arrivata effettivamente nelle casse dello Stato”.