Il segretario personale di Bendetto XVI: "La Chiesa era e rimane inghiottita da controversie"

Cattolici di tutto il mondo stanno rendendo omaggio a Papa Benedetto XVI, nel secondo giorno di camera ardente.

Si stima che, in 24 ore, circa 65.000 persone abbiano sfilato nella Basilica di San Pietro per rendergli omaggio.

Nel frattempo, il suo segretario personale ha parlato delle sfide che Benedetto ha dovuto affrontare durante il suo pontificato.

La Chiesa era e rimane inghiottita da controversie, in particolare sulla gestione dei casi di abuso sessuale.

Gregorio Borgia/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
AP Photo - Gregorio Borgia/Copyright 2023 The AP. All rights reserved

"La parola scandalo è certamente un po' forte - dice l'arcivescovo Georg Gänswein, segretario personale del Papa emerito - ma è vero che durante il pontificato ci sono stati tanti problemi interni, come lei ha detto, con i Vatileaks e con lo IOR (Istituto per le Opere di Religione, la Banca vaticana).

Questo non è stata la prima volta né l'ultima durante il pontificato di Benedetto XVI, ma è ovvio, come direbbe papa Francesco, che il diavolo non dorme ma chiaramente cercherebbe sempre di colpire dove fa più male".

Il corpo di Benedetto XVI sarà esposto al pubblico in Vaticano anche mercoledì: il giorno seguente, infine, Papa Francesco celebrerà la Messa funebre.