Il siciliano Salvatore Castano miglior sommelier della birra

Red/Apa

Roma, 15 ott. (askanews) - Birra protagonista della sfida del gusto e dell'assaggio indetto da Aspi - associazione della sommellerie professionale italiana che ha decretato il miglior sommelier d'Italia 2019. Il "Premio Fondazione Birra Moretti per la valorizzazione della birra a tavola" è stato assegnato a Salvatore Castano, per aver mostrato la conoscenza più approfondita del mondo della birra e la capacità di servirla e abbinarla al meglio. Salvatore Castano, 29 anni, di Giardini Naxos (Taormina), si è diplomato all'Istituto Alberghiero. Ha iniziato la carriera tra Firenze, Portofino e i Caraibi, poi il trasferimento a Londra come Commis Sommelier in uno dei ristoranti di Alain Ducasse, The Dorchester, dove è stato promosso Assistente Capo Sommelier. A seguire l'esperienza come Capo Sommelier al ristorante Mash a Londra, attualmente lavora al ristorante Annabel's, nel cuore della capitale inglese.

La partecipazione alla manifestazione organizzata da ASPI supporta l'obiettivo di Fondazione Birra Moretti, far conoscere e raccontare agli italiani tutte le sfumature della birra, la cultura del gusto e dell'abbinamento di questa bevanda millenaria, le sue uniche regole del servizio. Alfredo Pratolongo, presidente di Fondazione Birra Moretti: "La birra è uno degli elementi più distintivi dell'evoluzione della figura del sommelier. In passato questa bevanda è stata trascurata, ma oggi diversi sommelier hanno iniziato a creare percorsi dell'abbinamento nei quali le birre vengono proposte accanto al vino per valorizzare al meglio piatti e sapori innovativi o riscoprire specialità della nostra tradizione. Dietro alla somministrazione di una birra al bar o al ristorante c'è un professionista in grado di valorizzare il prodotto al massimo delle sue potenzialità, che sa raccontarlo al cliente, consigliarne gli abbinamenti, pianificare l'acquisto degli stock. In un momento in cui cresce la curiosità anche per le birre speciali, il sommelier è il tramite ideale per trasmettere la cultura della birra ai clienti, guidandoli verso scelte più informate e quindi migliori, nel segno di un consumo di birra legato alla qualità e al piacere della tavola." (Segue)