Il sindaco di Mantova: "Trame sonore atto d'amore per l'Italia"

Cuc
·2 minuto per la lettura

Mantova, 20 lug. (askanews) - "Innanzitutto un atto d'amore verso la citt, ma permettetemi con tutta l'umilt possibile, un atto d'amore verso l'Italia perch Trame Sonore prodotto da mantovani ma con una qualit artistica internazionale che parla al mondo in uno dei posti pi belli del mondo, come Palazzo Ducale la cui storia, anche musicale, centrale nella civilt occidentale": cos Mattia Palazzi, sindaco della citt di Mantova, nella conferenza stampa di presentazione di "Trame Sonore - Mantova Chamber Music Festival", festival di musica da camera slittato da fine maggio al 4-6 settembre a causa dell'emergenza sanitaria. L'ottava edizione viene ridotta ma resta comunque intensa, con tre giorni di festa in musica organizzati da Oficina Ocm con la direzione di Palazzo Ducale e il Comune di Mantova e 100 artisti da tutto il mondo, tra cui grandi nomi come Alexander Lonquich, Alfred Brendel, la presenza fissa dell'Orchestra da Camera di Mantova, il tenore inglese Mark Padmore, il Settimino dei Berliner Philharmoniker, il soprano Gemma Bertagnolli, i pianisti Gloria Campaner, Gabriele Carcano e Nicholas Rimmer, il poeta e scrittore Roberto Piumini. Come naturale, quest'anno, la trama principale del festival sar dedicata a Beethoven, nei 250 anni della nascita del compositore. "Abbiamo dimostrato un coraggio, una generosit e una capacit di trasformarci di cui sono orgoglioso. Due mesi fa il rischio era quello di vivere in una dimensione culturale totalmente annullata. Ma noi sappiamo quanto davvero importante la cultura nelle relazioni sociali ed economiche della nostra citt, nella sua capacit di trasformare la nostra citt. E io sono convinto che in questo tempo, che definisco 'terra di mezzo' tra il lockdown e ci che sar, che ancora non conosciamo ma che va sicuramente ripensato, la cultura ha un ruolo fondamentale e politico nel senso pi alto e nobile del termine", ha aggiunto Palazzi. "La nostra citt, oggi come nel passato, sapr e potr fare la differenza, cio costruire le condizioni affinch non solo i cittadini si sentano sicuri nel vivere la dimensione culturale della citt nella sua funzione sociale, ma affinch ci sia sostenibilit ambientale e si possa mettere al centro il nostro patrimonio storico e lo si faccia vivere oggi, non tenendolo congelato per contemplarlo, ma viverlo e consegnarlo vivo al futuro. Non stiamo semplicemente facendo un festival, ma stiamo facendo un festival per ragionare insieme su come cambiano le citt oggi nel mondo e come dovranno cambiare ancora di pi nel futuro. Trame Sonore la nostra occasione concreta per iniziare questo percorso di riflessione e sperimentazione per tutelare la salute dei nostri cittadini senza isolarli o imprigionarli", ha concluso il primo cittadino.