Il sindaco di Riace era incandidabile: il tribunale dichiara decaduto Antonio Trifoli

HuffPost
Antonio Trifoli - Domenico Lucano

Il nuovo sindaco di Riace - sostenuto dalla Lega - era incandidabile e, da oggi, è decaduto. Il Tribunale di Locri ha dichiarato Antonio Trifoli, successore di Mimmo Lucano, decaduto dalla carica del paese della Locride divenuto simbolo dell’accoglienza e poi travolto dall’indagine nei confronti di Mimmo Lucano.

Il collegio, presidente Antonella Stilo, giudice Andrea Amadei e relatore Roberta Rando, ha accolto totalmente il ricorso presentato da Maria Caterina Spanò, candidata alla carica di primo cittadino nella lista sostenuta dall’ex sindaco, e alcuni cittadini, nonchè dal prefetto di Reggio Calabria.

Trifoli era stato eletto lo scorso 26 maggio con una lista sostenuta anche dalla Lega, ma secondo i ricorrenti era incandidabile per l’inapplicabilità dell’istituto dell’aspettativa elettorale al dipendente assunto a tempo determinato. Trifoli, infatti, era stato assunto con la qualifica di Istruttore di Vigilanza, cat. C, con contratto del 30.12.2014, a tempo determinato, più volte rinnovato e il Comune di Riace aveva accolto la richiesta di aspettativa elettorale.

Continua a leggere su HuffPost