Il sindaco di Robbio: "Offro tamponi a tutti per tenere i locali aperti a Natale"

Manuela D'Alessandro
·1 minuto per la lettura

AGI La definisce una "provocazione e una sfida al Governo" rispetto alla quale "mi attendo una risposta da Giuseppe Conte".

Il sindaco di Robbio (Pavia), Roberto Francese, già noto alle cronache perché fu il primo in Lombardia a effettuare uno screening di massa sui cittadini ai primi di aprile, propone la sua ricetta per un Natale "sicuro": "Sono disponibile - spiega all'AGI - a regalare io il tampone rapido nasale a tutti i cittadini per andare in bar e ristoranti in piena sicurezza". )

"Se il tampone nasale viene fatto da gestori, cuochi, camerieri e clienti, il locale può definirsi Covid free e questo porterebbe anche a una massiccia attività di screening per arginare il contagio. Stessa cosa può essere fatta in autonomia dalle famiglie nelle mura domestiche per passare serenamente le feste". Secondo Francese, che sui tamponi ai suoi concittadini ingaggiò un braccio di ferro con la Regione Lombardia che non li riteneva affidabili, "si può festeggiare in sicurezza senza uccidere l'economia. Basta avere la volontà di farlo. Voglio proprio vedere Conte che argomenti può obbiettare ".