Il sindaco di Sanremo: "Non sarà un Festival al 100%". E all'Ariston, vendite ancora al palo

·3 minuto per la lettura
A general view of the Ariston Theatre during the 71st Sanremo festival, which is live-streamed without public participation due to the coronavirus disease (COVID-19) restrictions, in Sanremo, Italy March 2, 2021. REUTERS/Alessandro Garofalo (Photo: Alessandro Garofalo via Reuters)
A general view of the Ariston Theatre during the 71st Sanremo festival, which is live-streamed without public participation due to the coronavirus disease (COVID-19) restrictions, in Sanremo, Italy March 2, 2021. REUTERS/Alessandro Garofalo (Photo: Alessandro Garofalo via Reuters)

Può tirare un sospiro di sollievo Gianni Morandi, a un passo dalla squalifica per aver pubblicato per errore un frammento del brano in gara a Sanremo e subito riammesso. Sono ben altri, però, i dubbi che incombono sul Festival della canzone italiana. Comincerà il 1° febbraio 2022 e seguirà di poco il picco di contagi da Omicron, previsto per fine gennaio. Per la seconda volta di fila, quindi, a fare da sfondo e cornice ci sarà il Covid. È per questo che: “Non sarà un Festival al cento per cento come quello del 2019 - ha detto il sindaco della città, Alberto Biancheri durante una visita alla Asl con il sottosegretario alla Salute Andrea Costa - ma non si può neppure paragonare a quello dello scorso anno”.

La macchina organizzativa di Sanremo è partita quattro mesi fa, quando era ben lontana l’ipotesi che una nuova variante del virus avrebbe di nuovo stretto la morsa. Si pensava ad un festival di ritorno alla normalità ma con la Liguria che si avvia a colorarsi di arancione a partire dalla prossima settimana i dubbi aumentano. Sembra esclusa l’ipotesi di un rinvio a marzo della manifestazione, come richiesto dalla Confcommercio di Sanremo, ma nel frattempo sono saltati gli eventi esterni all’Ariston. Niente palco in piazza Colombo quindi: “Non ci sarà un palco all’aperto, tuttavia stiamo lavorando con la Rai a un evento all’auditorium Alfano i cui dettagli sono in discussione - ha proseguito Biancheri - sicuramente sarà un Festival che fino a tre mesi fa nessuno di noi si sarebbe mai immaginato di dover affrontare. Purtroppo i contagi sono alti”.

Anche sulla presenza o meno del pubblico e in quali modalità bisognerà attendere le decisioni di Draghi: al momento rimane al 100% la capienza nei teatri ma bisognerà capire se ci saranno modifiche in conseguenza all’aumento dei contagi. Solo tra qualche giorno si saprà in quale percentuale l’Ariston potrà essere riempito — motivo per cui non sono ancora partite le vendite in biglietteria.

Quello del 2021 era stato un Festival diverso ma le luci dell’Ariston, alla fine, si erano accese nonostante mesi di polemiche e dibattiti tra chi chiedeva il rinvio della kermesse canora e chi voleva far sopravvivere, a tempi straordinari di pandemia, l’accenno di normalità rappresentato da Sanremo. E così il Festival era cominciato ma con un grande assente, il pubblico e i loro applausi. E ancora, si era creata una vera e propria bolla di precauzione: tamponi ogni 48 ore a tutte le persone coinvolte nella manifestazione (artisti, giornalisti, maestranze).

Oltre a questa misura, che molto probabilmente rimarrà anche quest’anno, non si escluse la richiesta del Green Pass rafforzato. Amadeus, intanto, blindato, va avanti e lavora su co-conduttori, co-conduttrici, ospiti e comici. Dopo la serata del 6 gennaio per la Lotteria Italia, si trasferirà a Sanremo per cominciare a preparare lo spettacolo. Nell’attesa di sapere cosa farà Fiorello (dal 20 gennaio parte con il tour teatrale, ma in calendario sono rimaste vuote le caselle della settimana sanremese, che potrebbero far pensare a una decisione in senso positivo, almeno per una serata, magari la finale), compare il nome il nome di Checco Zalone come papabile sostituto. A Roma invece sono iniziate le prove degli artisti in gara con l’orchestra.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli