Il sito più tremendamente nazista dell'intero world wide web

(Photo by Stephanie Keith/Getty Images)

Il web è lo specchio del mondo. Come esistono foto di gattini e di fiori, esistono anche siti ove vengono trafficati organi, dove si incontrano pedofili, stupratori e criminali di ogni tipo, e dove vengono condivise teorie naziste e terroriste, con tanto di foto, rivendicazioni e video raccapriccianti.

Tralasciando il dark web, con reti parallele nelle quali anche le polizie postali internazionali fanno fatica ad accedere, il posto peggiore nel web accessibile a tutti potrebbe essere 8chan, un sito che attualmente viene usato da nazisti, suprematisti bianchi e terroristi sciolti per portare il loro messaggio di morte.

Recenti sparatorie e stragi (come quella di El Paso in Texas o di Christchurch in Nuova Zelanda, o di Powey in California) sono state tutte rivendicate lì, su 8chan, attraverso post condivisi e manifesti politici che si basano tutti su temi cari al nazismo: odio verso ciò che è diverso dall'uomo bianco cristiano (in particolare donne, neri, musulmani, ebrei, immigrati in generale), radicalizzazione (verso simboli del consumismo o della religione), uso delle armi a scopi punitivi (per sconfiggere gli 'invasori').

8chan è raggiungibile da qualunque browser, pur non comparendo nelle ricerche di Google. Il fondatore, Fredrick Brennan, voleva dare agli utenti una pagina sulla quale poter scrivere in libertà qualsiasi cosa, evitando solo di condividere temi pedopornografici o contenuti coperti da copyright. Brennan aveva 19 anni, gestiva un forum per maschi vergini e all'epoca pubblicò pure un articolo nel quale si sosteneva la teoria nazista dell’eugenetica (ovvero la sterilizzazione delle persone con difetti genetici o fisici - assurdo, visto che lui è in sedia a rotelle dalla nascita per una malattia congenita).

Il suo giochino scivolò presto nell'odio. Il primo passo fu una campagna di insulti, molestie, minacce nei confronti delle donne videogiocatrici, nel nome di una teoria bislacca che sosteneva l'esclusività del maschio e del bianco nel settore dei gamers. Da quel momento il sito ha ospitato sempre più contenuti di stampo nazista e terrorista, con un'invasione di meme terrificanti che hanno a cuore la supremazia bianca.

Nel 2018 la polizia italiana ha bloccato l'accesso al sito dal nostro paese, perché nonostante la policy di 8chan sono stati pubblicati contenuti pedopornografici. Attualmente il sito è gestito dal 66enne Jim Watkins: dopo la strage di El Paso ha difeso il sito dicendo che 8chan non ha nulla a che fare con il terrorismo. Tuttavia è evidente che senza moderazione di alcun tipo, i contenuti nazisti che vi circolano possono convincere altre persone a commettere atti di quel genere.

Il provider Cloudflare ha preso il primo provvedimento tagliando i suoi servizi di sicurezza informatica usati da 8chan, e attualmente gli amministratori del sito stanno cercando nuove piattaforme con le quali continuare a garantire la 'libertà' degli utenti. Pure il fondatore ha cambiato idea sul sito: "Dovrebbero chiuderlo. Farebbe male solo a chi lo frequenta e a Jim Watkins. Per il resto del mondo questo sito non fa bene, e non fa bene nemmeno a chi lo usa; solo che non lo hanno ancora capito".