Il sollievo dall’afa è arrivato ma come previsto ha generato fenomeni estremi e distruttivi

La devastazione dopo la tromba d'aria e di grandine
La devastazione dopo la tromba d'aria e di grandine

Una tromba d’aria nel Bolognese, con danni rilevanti a Montepastore e a San Pietro in Casale,  il sollievo dall’afa di questa torrida estate 2022 è arrivato ma come previsto ha generato fenomeni estremi e distruttivi. E con essi è arrivata una pioggia battente, grandine e venti fortissimi che in alcune zone sono sfociati in veri piccoli “tornado”.

Arriva la pioggia, tromba d’aria nel Bolognese

La città di Bologna è stata solo lambita dal maltempo furioso, ma a San Pietro in Casale la bufera ha spazzato via parte delle strutture allestite dalla fattoria degli animali. Il Resto del Carlino spiega che sono stati “oltre una trentina gli interventi dei vigili del fuoco che hanno lavorato da sabato pomeriggio con una lunga coda proseguita fino a ieri”. Il fortunale ha colpito in particolare la zona di Montepastore di Monte San Pietro. E i danni hanno coinvolto anche un evento molto atteso, ’Calici di Stelle’. Le raffiche e la grandine infatti hanno distrutto le strutture che i volontari della Proloco avevano allestito.

La testimonianza della sindaca Cinti

Il racconto lo ha fatto la sindaca Monica Cinti: “Era quasi tutto pronto e i volontari stavano ultimando i preparativi e l’allestimento dei tavoli per questo evento straordinario, quando alle 18 si è scatenato l’inferno“. E il coordinatore Gabriele Gnudi ha spiegato: “Poco prima che si scatenasse il temporale un volontario era andato a Calderino per prendere un altro gazebo. La pioggia lo ha fermato. Per più di 40 minuti è caduta in modo incessante. Il vento era così forte che i volontari sono stati costretti a tenere fermi i cinque gazebo. Nonostante fossero ancorati alla rete del campo di calcio e zavorrati con sacchetti di sabbia, si faceva fatica a resistere alla furia del vento”. E in chiosa: “I ragazzi hanno resistito fino a quando non è arrivato un fronte di 30 metri di tromba d’aria che ci ha sollevato tutti, distrutti i gazebo e stracciato le coperture”. I danni stimati sono rilevantissimi.