Il sondaggio Ipsos di dicembre evidenzia un calo di gradimento per il governo

·2 minuto per la lettura
Ultimo sondaggio politico Conte
Ultimo sondaggio politico Conte

L’ultimo sondaggio Ipsos per il Corriere della Sera evidenzia alcuni dati inaspettati che riguardano Conte e Berlusconi.

Ultimo sondaggio politico Ipsos

Il primo dato che emerge dall’ultimo sondaggio Ipsos di Pagnoncelli per il Corriere della Sera è un arretramento dell’indice di gradimento per il Governo di tre punti rispetto alla precedente rilevazione di fine novembre, attestandosi a 49, il dato più basso dal conclamarsi della pandemia.

In ripresa Conte

Un calo che sembra però non investire l’apprezzamento per il Premier Conte (57) che, al contrario, aumenta di due punti rispetto il trend negativo che era iniziato ad ottobre.

Questa controtendenza è dunque uno dei dati più significativi che Pagnoncelli ha evidenziato in questa ultima rilevazione che piomba sui tavoli della maggioranza impegnati con l’ultimo ‘Decreto Natale‘.

E può spiegarsi probabilmente con il fatto che il Premier sia percepito dai cittadini come una figura al di sopra dei partiti e, anche per questo, l’unico in grado di scongiurare una possibile crisi di governo determinata dalle richieste di Italia Viva.

I dati relativi ai leader

Un altro dato interessante è quello relativo al Ministro della Salute Roberto Speranza che per la prima volta risulta il più popolare tra i leader e i capidelegazione dell’esecutivo, aumentando di una unità il proprio indice (36). Un dato che deriva evidentemeente dal primato dell’esposizione mediatica del suo ministero a causa della pandemia.

Seguono Giorgia Meloni (34, in flessione di 2), Salvini (31, in flessione di 2), Zingaretti, (stabile a 29), Calenda (28) Silvio Berlusconi , Dario Franceschini e Luigi Di Maio (26). Infine, Emma Bonino, Nicola Fratoianni e Giovanni Toti (25).

I dati dei partiti politici

Per quanto riguarda i partiti, nello scenario politico di dicembre, se paragonato a quello di novembre si evidenzia un calo di due punti per la Lega (23,5 % dei consensi) che rimane comunque primo partito.

Buone notizie per Silvio Berlusconi: Forza Italia raggiunge il 9,3% (+1,3%), “il valore più elevato dal giugno dello scorso anno”, evidenzia Pagnoncelli nella sua analisi dei dati.

Pd sostanzialmente stabile – più precisamente in leggero arretramento ma sopra il 20%. Fratelli d’Italia ottiene un +0,5% e si appaia con il Movimento Cinque Stelle (+1%) al 16% dei consensi.