Il sondaggio: Italia Viva al 4,4%

webinfo@adnkronos.com

Italia Viva, la nuova creatura politica di Matteo Renzi, è al 4,4%. Due terzi dei voti (64%) provengono dal Pd, il 12% da partiti di centrodestra, 12% da altre forze politiche e il 12% da astensionisti attratti dal nuovo soggetto politico. L’uscita dai dem dell'ex premier è giudicata positivamente solo dal 28% degli italiani - uno su quattro - mentre il 52% ne dà una valutazione negativa; queste ultime prevalgono nettamente tra gli elettorati di tutte le forze politiche, con l’eccezione di quelli di Forza Italia tra i quali le valutazioni positive (48%) e negative (50%) sostanzialmente si equivalgono. E' quanto emerge da un sondaggio di Nando Pagnoncelli pubblicato sul 'Corriere della Sera'. 

Il 67% degli italiani, emerge ancora, è convinto che Italia Viva non riuscirà a raccogliere molti consensi e resterà marginale nella politica italiana, mentre coloro che prevedono che possa diventare un punto di riferimento importante per gli elettori riformisti, moderati ed europeisti rappresentano il 16%, con punte più elevate tra i dem (24%) e gli elettori di Forza Italia (32%).  

Riguardo al governo, il 38% ritiene che ne uscirà indebolito mentre il 35% è convinto che non cambierà nulla e il 7% prevede un suo rafforzamento. Riguardo alle conseguenze per il Pd, il 40% pronostica una significativa perdita di consensi dei dem mentre il 32% ritiene che possa essere un’occasione positiva per il Pd, perché potrà essere un partito più omogeneo e coeso. È interessante osservare che una larga maggioranza di elettori del Pd (62%) saluta con favore la scelta di Renzi.