Il sottosegretario alla Salute lo considera uno strumento di medicina pura, non certo di politica

·1 minuto per la lettura
Il sottosegretario Pierpaolo Sileri
Il sottosegretario Pierpaolo Sileri

In tema di Green Pass, Pierpaolo Sileri è stato perentorio a Timeline su SkyTg24: “Sarà eliminato soltanto dopo le riaperture totali”. Il sottosegretario alla Salute considera infatti la certificazione verde uno strumento di medicina pura, non di politica.

Sileri, il Green Pass e le riaperture: come la pensa il Sottosegretario alla Salute

Ha spiegato Sileri: “Considero il Green Pass come un atto medico, più che politico. Per eliminarlo dobbiamo ancora riaprire tutto”. Perciò a parere di Sileri la strada giusta è quella degli step: “Prima si toglierà la distanza interpersonale, poi la mascherina, poi si riaprirà tutto al 100%, poi si continuerà a monitorare e poi si toglierà il Green pass”.

Durata del Green Pass e riaperture, Sileri: “Nessuna decisione presa, se ne parlerà a dicembre”

Quello della durata del Green Pass come provvedimento è dunque un dato fluido, che per Sileri dovrà seguire l’andamento del virus e non delle decisioni “politiche”. Idem dicasi per lo stato di emergenza. “La verità è che nessuna decisione è stata presa, la si prenderà nel mese di dicembre. È inutile anticipare i tempi perché questi li detta il virus”.

Pierpaolo Sileri e le riaperture: “Le vedremo grazie a vaccinazione e Green Pass”

E ancora: “Tuttavia noi stiamo dettando progressivamente i tempi al virus stesso grazie alla vaccinazione e alla nostra opera con il Green Pass”. Sileri ha chiosato sul raggiungimento del 90% di vaccinati: “Raggiungerlo non significa solo aver raggiunto l’obiettivo: quell’obiettivo lo si deve anche mantenere per un certo periodo di tempo affinché la circolazione del virus venga schiacciata dalla nostra azione, ed è quello che stiamo ottenendo”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli