Il superiore dei gesuiti: importantissimo l'accordo con la Cina

Ska

Città del Vaticano, 16 set. (askanews) - L'accordo siglato l'anno scorso da Papa Francesco con la Cina è "importantisimo", secondo il preposito generale dei gesuiti, padre Arturo Sosa. "E' un passo importantissimo, ma il processo è iniziato nei primi anni di Giovanni Paolo II e in questo momento si è creata l'opportunità anche politica di fare questo passo", ha detto il gesuita venenzuelano ospite della Sala stampa estera. "Adesso c'è la grande speranza di poter ricosstituire l'unità della Chiesa in Cina, senza dire che le cose sono cambiate completamente: anche dopo l'accordo ci sono state grosse persecuzioni di gruppi cattolici o di altre chiese. La situazione sempre è tesa, ma mi sembra, da quello che ho potuto vedere di persona durante un recente viaggio a Taiwan e Macao, che prevale la speranza".