Il supertifone Lekima colpisce la Cina: 13 morti e 16 dispersi

Roma, 10 ago. (askanews) - Il tifone Lekima ha colpito la Cina e provocato almeno 13 morti, mentre oltre un milione di persone risulta sfollato. Inoltre si contano 16 dispersi dopo una frana.

Il supertifone, in seguito, si è indebolito, pur mantenendo venti attorno ai 190 km all'ora. Ma intanto ha fatto pesanti danni a Wenling, tra Shanghai e Taiwan.

La direzione del tifone ora punta verso lo Zhejiang, dove si trova la megalopoli di Shanghai. Ci si attende un ulteriore allentamento del tifone, anche se permarrà il rischio di alluvioni.

Nella grande città sono state evacuate 250mila persone. Stessa sorte per 800mila persone per l'intera provincia.

Circa 2,7 milioni di case sono rimaste senza energia elettrica.

È il nono tifone dell'anno, ma è anche il tifone più potente degli ultimi anni.

Il livello d'allarme, che in un primo momento era stato fissato a "rosso" (il più alto della scala), è stato abbassato ad "arancione".