Il tassista che lo ha accompagnato ha chiamato la polizia

·1 minuto per la lettura
reggia di Versailles
reggia di Versailles

Un uomo si è fatto portare in taxi alla reggia di Versailles ed è entrato in piena notte, annunciando di essere il re. Il 31enne si è introdotto nel castello vicino a Parigi, scalando il muro di cinta e distruggendo la porta-finestra. Era convinto di andarsi a riprendere la dimora che credeva fosse sua.

Entra di notte alla reggia di Versailles

L’uomo è entrato per riconquistare quella che credeva fosse la sua dimora. La polizia è stata immediatamente avvisata e una volta sul posto ha trovato la porta finestra distrutta e il finto re che si aggirava per i giardini del castello. Ad avvisare le forze dell’ordine è stato il tassista, che si è allarmato proprio per i discorsi che aveva fatto questo strano cliente. Quando l’uomo era salito sulla vettura aveva comunicato al conducente di essere il re e di voler tornare a casa, per poi sventolare la bandiera francese.

Il tassista temeva che il giovane potesse reagire in modo violento ad un eventuale rifiuto, per cui ha deciso di accompagnarlo alla reggia di Versailles senza fare troppe domande. Una volta arrivato a destinazione, il 31enne ha iniziato a scalare il muro di cinta, mentre il tassista, che era nel panico, ha chiamato immediatamente la polizia. “L’uomo è stato intercettato dopo aver rotto il vetro della porta d’entrata che permette di accedere alla galleria bassa. Tuttavia nessun oggetto delle collezioni esposte è stato danneggiato” ha dichiarato la portavoce della reggia. Un episodio già accaduto in diverse occasioni.