Il tasso di natalità della Cina è crollato al minimo storico

·1 minuto per la lettura

AGI - Il tasso di natalità in Cina è sceso lo scorso anno a un livello mai raggiunto dal 1978, primo anno di pubblicazione delle statistiche. E' quanto emerge dai dati ufficiali diffusi oggi che segnalano un rapido invecchiamento della popolazione.
Il tasso di natalità nel paese più popoloso del mondo è stato di 7,52 nascite ogni 1.000 persone nel 2021, secondo il National Bureau of Statistics. Era l'8,52 per mille nel 2020.

Pechino sconta in gran parte gli effetti della Politica del Figlio Unico, la normativa introdotta nel 1979 e in vigore fino al 2014, che impediva di mettere al mondo più di un figlio, con pochissime eccezioni. Un provvedimento pensato per frenare l'impennata demografica. Negli ultimi anni il governo ha spinto la popolazione ad avere più di un bambino ma l'incremento del tasso di natalità auspicato non si è registrato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli