Il Teatro Manzoni di Roma si rinnova, presentata la nuova stagione

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 14 giu. (askanews) - Emozione e divertimento, iniziative culturali e un grande rinnovamento: si preannuncia così la nuova stagione del Teatro Manzoni di Roma, diretto da Pietro Longhi, pronto a ripartire. Privilegiando la commedia, da sempre suo cavallo di battaglia, lo storico teatro di Prati, che compie quarant'anni il prossimo anno, cambia volto ed apre il sipario su contenuti diversi con un'immagine totalmente rinnovata.

La sosta forzata, dovuta alla pandemia, ha dato l'opportunità di lavorare su progetti a lungo termine. Ed ecco che il Manzoni si presenta fortemente arricchito sul piano artistico e aperto su nuovi fronti culturali, dotato di migliori tecnologie e aggiornato nella comunicazione. Oltre alla Prosa, completano il programma gli eventi culturali Scrittori in scena e Manzoni Idee, Manzoni Eventi con la serie teatrale Nascoste e Donne di carta, gli spettacoli per famiglie di Manzoni da Favola e Manzoni Danza.

A inaugurare la programmazione 2022/23 sarà uno spettacolo tutto al femminile con Paola Gassman e Mirella Mazzeranghi, protagoniste della commedia sulla natura umana e sulla famiglia Quasi amiche, scritta e diretta da Marina Pizzi, in scena dal 6 al 23 ottobre. Dal 10 al 27 novembre sarà la volta di Paolo Triestino, Edy Angelillo ed Emanuele Barresi con Que Serà di Roberta Skerl, testo che celebra il valore inestimabile dell'amicizia, per la regia Paolo Triestino. Dal primo al 18 dicembre a salire sul palco saranno Ottavia Bianchi, Patrizia Ciabatta, Beatrice Gattai e Giulia Santilli con la commedia a tema familiare Le Sorellastre di Ottavia Bianchi, per la regia di Giorgio Latini. Mentre dal 12 al 29 gennaio la scena sarà della collaudata coppia formata da Gaia de Laurentiis e Pietro Longhi con Note stonate di Israel Horovitz, per la regia di Enrico Maria Lamanna, tema musicale originale di Pino Donaggio.

Dal 2 al 19 febbraio andrà in scena la black comedy Nero come un canarino con Pino Ammendola e Maria Letizia Gorga di Aldo Nicolaj, per la regia di Silvio Giordani mentre dal 23 febbraio al 12 marzo Patrizia Pellegrino e Jane Alexander saranno le protagoniste di una commedia carica di sensualità e mistero, La Venexiana, per la regia di Cinzia Berni.

Si prosegue, dal 16 marzo al 2 aprile, con Agnese Fallongo, Tiziano Caputo e Adriano Evangelisti, ne I Mezzalira. Panni sporchi fritti in casa, un racconto che mescola i toni brillanti della commedia all'italiana alle tinte fosche del giallo, scritto da Agnese Fallongo per la regia Raffaele Latagliata.

Dal 3 al 14 maggio sarà la volta di Toilet, scritto, diretto e interpretato da Gabriele Pignotta, spettacolo pop e innovativo che unisce alla commedia atmosfere di suspense e introspezione psicologica mentre dal 18 maggio al 4 giugno andrà in scena Ivana Monti con Preferirei di no di Antonia Brancati, per la regia Silvio Giordani, che vede protagoniste una madre e una figlia profondamente diverse fra loro. Fuori abbonamento il Manzoni propone anche La vedova allegra di Franz Lehar con Edoardo Guarnera, in scena dal 4 al 6 novembre e La finta ammalata di Carlo Goldoni con Franco Oppini e Miriam Mesturino dal 12 al 16 aprile.

Il calendario degli spettacoli si arricchisce di tutta una serie di eventi culturali, già avviati nei mesi scorsi, curati e fortemente voluti da Barbara e Olivia Alighiero, figlie dell'indimenticabile Carlo Alighiero - regista, attore e fondatore nel 1983 del Teatro Manzoni insieme a Pietro Longhi - a cui si deve l'idea di aprire alle esperienze extra-teatrali. Ripartono così le iniziative Scrittori in Scena e Manzoni idee, dirette da Alessandro Vaccari, che hanno riscosso grande apprezzamento del pubblico, riscoprendo la sala come luogo di incontro e condivisione dal quale non si può prescindere. Nonostante la pandemia la sala si è affollata per gli autori Giancarlo De Cataldo, Gianrico Carofiglio, Bruno Conti, Nicola Gratteri, Alberto Orioli, Nicola Fano, Domenico Quirico, Valerio Pellizzari, alcuni degli Scrittori in scena della scorsa stagione, sul palco insieme a personalità come Gianni Letta, Stefano Ceccanti, Sergio Fabbrini, Antonio Nicasio, Marta Dassù. Mentre i professori Luca Serianni, Giuseppe Di Giacomo, Alessandro Alfieri hanno messo in scena la filosofia, la letteratura, la poesia, la musica, con i cicli di incontri di Manzoni Idee.

Scrittori in Scena e Manzoni Idee sono gli appuntamenti di intrattenimento culturale che rappresentano un diverso modo di vivere il teatro con il palcoscenico popolato - oltre che dai protagonisti, studiosi, filosofi, scrittori - da filmati, fotografie e musiche, con il supporto di nuove tecnologie, come il grande schermo cinematografico di ultima generazione. Schermo che ha anche permesso la realizzazione di una importante rassegna cinematografica, AltreCine, documentari sulla Cina, ad arricchire l'offerta culturale del Manzoni della scorsa stagione. Il nuovo programma degli eventi sarà annunciato in autunno e sarà consultabile sul nuovo sito del Manzoni.

Altro appuntamento che completa le nuove offerte è quello - in collaborazione con l'Università Roma Tre - con la serie teatrale Nascoste. Storie perse tra le pagine del tempo, drammaturgia e regia di Silvio Giordani. Già presentato con successo il primo appuntamento su Ursula Hirschmann e la nascita del Manifesto di Ventotene, la rassegna prosegue con Margherita Sarfatti, Isabella De' Medici, Giandante X, Bellezza Orsini, Pippa Bacca, figure "nascoste", simbolo di emancipazione e resistenza. Iniziativa curata dal Centro Teatrale Artigiano di Roma. Manzoni Eventi presenta anche Donne di carta, in collaborazione con l'Archivio di Stato di Roma, cinque percorsi drammaturgici a cura di Silvio Giordani su storie di donne presenti nelle carte dell'Archivio di Stato, accompagnati da musica dal vivo. Questi appuntamenti saranno presentati anche alle scuole.

Inoltre, la programmazione degli spettacoli per famiglie è ormai l'appuntamento consolidato del sabato e della domenica, con la programmazione di Un teatro da favola a cura di Pietro Clementi. Infine, Manzoni Danza è la proposta di spettacoli di danza a cura di Maria Cristina Gionta, che torna quest'anno ampliando l'offerta. Dal tango al flamenco, alla pizzica e altro ancora, accompagnato dalla musica dal vivo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli