"Il telefono non ha Whatsapp": ragazza aggredisce verbalmente commessa

Whatsapp
Whatsapp

Una ragazza ha  aggredito verbalmente una commessa dopo avere scoperto che le era stato venduto un telefono senza Whatsapp. L’episodio è accaduto lo scorso 27 ottobre in un negozio di elettrodomestici in viale Mecenate ad Arezzo. La giovane avrebbe utilizzato toni minacciosi. È stato necessario l’intervento della polizia. A riportare la notizia è stata la testata locale ArezzoWeb. Una ragazza presente nel negozio Euronics avrebbe a un certo punto iniziato ad andare in escandescenze. Queste le parole che avrebbe urlato la donna: “Mi avete venduto un telefonino senza Whatsapp, a me non serve a nulla”. Il tutto sarebbe avvenuto dinanzi agli altri clienti e gli addetti ai lavori.

Telefono senza Whatsapp: le spiegazioni della commessa

Come informa FanPage, la commessa ha provato a spiegare alla ragazza che Whatsapp sia un’app estrinseca al cellulare e non è detto che il dispositivo debba necessariamente averla di base, ma a volte deve essere scaricata autonomamente. Le parole della commessa non sono tuttavia bastate a calmare la cliente.

L’intervento della polizia

Affinché la situazione non degenerasse ulteriormente, lo staff del negozio si è visto costretto a chiamare la polizia. Al momento dell’arrivo gli agenti hanno trovato la ragazza visibilmente in stato confusionale. Alla fine, non senza qualche difficoltà, sono riusciti a contenere la rabbia della donna. Sempre gli agenti hanno opportunamente consolato la commessa, impaurita da tale brutta esperienza.